Domenica 4 Dicembre

F1, Ecclestone rasserena tutti sulla questione Red Bull

LaPresse

Per Bernie Ecclestone niente di preoccupante, la Red Bull continuerà a gareggiare anche nel 2016

Il boss della Formula 1 Bernie Ecclestone ha sminuito il timore su una possibile clamorosa decisione della Red Bull di non prendere parte al Mondiale del prossimo anno non essendo, per il momento, riuscita a trovare un nuovo motore al posto di quelli Renault. Senza dare alcun dettaglio e malgrado le voci secondo cui sia Ferrari che Mercedes non forniranno le power unit ai loro rivali per il 2016, l’84enne Ecclestone è sembrato ottimista. “Tutto è stato risolto quindi non mi preoccuperei“, ha detto ai giornalisti Big Bernie a Sochi per il Gp di Russia. “Non vogliamo un loro abbandono“, ha aggiunto il britannico che si è detto fiducioso sul fatto che ci saranno 22 auto sulla griglia di partenza l’anno prossimo con l’aggiunta del nuovo team Haas F1. Nelle scorse settimane, però, il proprietario miliardario della Red Bull Dietrich Mateschitz ha avvertito che senza un motore competitivo la squadra non sarà al via il prossimo anno. Ecclestone ha smentito, tuttavia, che le parole di Mateschitz siano state dette per un suo disamore verso questo sport. “Egli non ha perso il suo amore. Vuole solo essere in una posizione competitiva. E questo è ciò che accadrà. Lui sarà OK“, ha concluso Ecclestone.