Sabato 3 Dicembre

Ciclocross, Coppa del Mondo: Bertolini e Lecher si aggiudicano la seconda prova

Gioele Bertolini ed Eva Lechner vincono la seconda prova di Coppa del Mondo Ciclocross ed indossano la maglia di leader del Challenge UCI

Successo storico di Gioele Bertolini a Valkenburg (Olanda) seconda prova di Coppa del Mondo ciclocross. Per la prima volta un under 23 azzurro vince in Coppa del Mondo e indossa la maglia di leader del Challenge UCI. Sul Cauberg Bertolini si è lasciato alle spalle il belga Eli Iserbyt, campione europeo e nazionale juniores 2014-2015, vincitore del Superprestige 2015, grande talento emergente del ciclocross mondiale. Iserbyt ha tagliato il traguardo a 18” dall’azzurro. Terzo posto per il francese Clement Russo a 34”.

gioele bertolini1E’ un percorso che mi piace e mi si addice – dice l’azzurro subito dopo la vittoria – Sono partito molto forte ed ho voluto guadagnare nelle parti più tecniche e rimanere coperto fino a circa tre giri dalla fine per poi attaccare. Ho visto che il belga Iserbyt oggi era fortissimo, partito nei ranghi inferiori ed al primo anno nella categoria, guadagnava sempre più terreno. Sono stato in grado comunque di gestire le mie energie ed alla fine è arrivato il successo. Una vittoria inaspettata anche se il risultato era cercato e voluto. E’ una bellissima sensazione quella di indossare la maglia di leader della classifica UCI. All’ultimo giro quando lo speaker diceva il mio nome al fianco di nomi come Franzoi, Malacarne, Pontoni è stata una vera emozione. Ancora, in onestà, non ci credo e farò il possibile per portarla sino a fine stagione.  Credo di avere le carte in regola per raccogliere la sfida” conclude l’azzurro che non perde tempo e già martedì sarà impegnano nell’internazionale di Woerden (olanda) e domenica prossima, 25 ottobre, al via della prima tappa del Giro d’Italia Ciclocross a Fiuggi. Il risultato resterà negli annali del ciclocross italiano. Scorrendo l’ordine d’arrivo sembra un sogno vedere Bertolini al vertice di un gruppo composto da corridori del Belgio, della Francia e dell’Olanda, le superpotenze del ciclismo sui prati. Gli altri due azzurri in gara, Stefano Sala e Nadir Colledani hanno concluso rispettivamente al 24° e 37° posto.

eva lechnerDopo la storica vittoria e leadership di Bertolini tra gli under, arriva lo show di Eva Lechner nella gara donne élite con la conquista, anch’essa storica, della maglia di leader. Per raggiungere il suo obiettivo Eva ha dato l’anima. Ha trovato nei primi giri la tenace britannica Nikki Harris sempre incollata alla sua ruota che ha pagato il prezzo della sua resistenza, finché Eva non ha scavato il gap decisivo. Al termine la britannica sarà sesta. Finale mozzafiato, con la statunitense Antonneau in rimonta, mai in grado però di accostarsi alla bolzanina in fuga. Nell’ultimo giro Eva ha gestito il vantaggio per non rischiare ed ha tagliato il traguardo esausta ma stracolma di gioia. Voleva questa vittoria e la maglia di leader, che ora dovrà difendere nelle prossime prove dopo un periodo di recupero:
Sono esausta ma felicissimaha detto l’azzurraSono arrivata a questo appuntamento con alle spalle tutta l’attività di stagione in mtb, le gambe dure ed il fuso orario che mi ha pesato. Ho dato il massimo perché volevo questa vittoria e la maglia di leader. Ora mi prendo una pausa e torno alla prossima prova di Coppa del Mondo ciclocross perché nei programmi c’è la volontà di mantenere, anche se sarà difficile la maglia di leader della classifica” – conclude l’azzurra che tornerà il 22 novembre in Belgio (Koksijde).