Lunedi 5 Dicembre

Calcio: l’Uisp appoggia le calciatrici italiane che hanno deciso di scioperare

LAPRESSE

L’Uisp appoggia le calciatrici italiane che hanno deciso di scioperare a seguito della mancanza di risposte dalla Federcalcio

L’Uisp è al fianco delle calciatrici italiane che hanno deciso di non scendere in campo nella prima giornata di Campionato della serie A, in programma sabato e domenica prossima. E’ un’iniziativa che non ha precedenti nella storia del nostro Paese e che arriva a seguito della mancanza di scelte e di risposte da parte della Federcalcio per diritti e pari opportunità per uomini e donne nel nostro calcio. Da tempo l’AIC- Associazione Italiana Calciatori ha posto la necessità di rivedere la normativa, che crea una situazione di profonda discriminazione delle donne nel mondo del calcio italiano, che non hanno gli stessi diritti dei colleghi uomini. Il calcio femminile nel nostro Paese non gode degli stessi investimenti economici e della stessa visibilità di quello maschile.  E’ questione antica che in tanti anni non ha trovato soluzioni da parte della Federcalcio: l’Uisp chiede un definitivo riequilibrio, in termini di diritti e di risorse.

Si tratta di una grande discriminazione di genere del nostro Paese. Un’ingiustiza non indifferente, pari all’importanza che il calcio ha assunto come fenomeno economico e sociale. Per questo l’Uisp è al fianco delle calciatrici e dell’Aic che hanno scelto la carta clamorosa dello sciopero. E’ una iniziativa che riteniamo coerente con la nostra quotidiana azione per lo sviluppo dello sport sul territorio, attraverso pari diritti per l’accesso e per la pratica sportiva, per tutti e per tutte.