Sabato 3 Dicembre

Basket, Capo d’Orlando nella tana dell’Umana Reyer Venezia

Trasferta complicata per i siciliani in casa di una formazione costruita per lottare per obiettivi importanti

Vigilia di partenza per la Betaland Capo d’Orlando, che domani raggiungera’ il Veneto per poi affrontare domenica pomeriggio alle 19.00, al Taliercio, l’Umana Reyer Venezia.
 LaPresse/Cafaro Gerardo

LaPresse/Cafaro Gerardo

Venezia non ha certo bisogno di nessun tipo di presentazione – commenta il coach dei siciliani, Giulio GriccioliE’ una squadra costruita e pensata per cercare di migliorare il risultato dello scorso anno, come e’ stato ribadito da Charlie (Recalcati, ndr) in sede di presentazione, e ha quindi obiettivi diversi dai nostri, ma non per questo la partita e’ persa in partenza. Andremo li’ per provare a fare la nostra gara, sappiamo che per loro sara’ la prima in casa, che avranno il palazzo pieno e che i giocatori saranno sicuramente motivati a dimostrare cosa sono capaci di fare, ma abbiamo cercato di preparare il match al meglio. Avremo sempre il massimo rispetto di ogni avversario, ma paura non ne avremo mai“. “La vittoria con Cantu’ – prosegue l’allenatore senese dell’Orlandina – ha incrementato in noi la fiducia nel nostro lavoro, ma anche la consapevolezza che il nostro livello di gioco deve crescere, soprattutto in attacco abbiamo tanto da lavorare anche se gli spunti positivi pero’ non sono mancati. In questa settimana abbiamo cercato di lavorare per accrescere le nostre certezze e limare le debolezze mostrate. Siamo sulla strada giusta e il fatto di aver vinto la partita domenica scorsa di certo ci ha aiutato“.