Venerdi 9 Dicembre

Azimut Yachts sbarca al 55° Salone Nautico di Genova [FOTO]

Per sognare un po’ ad occhi aperti i bellissimi yacht di Azimut Yachts al Salone Nautico di Genova

E’ la rivoluzione 3.0 di Azimut Yachts nella Collezione dei Flybridge. Nel 2013 con l’Azimut 80 il cantiere italiano aveva introdotto una nuova visione stilistica del classico flybridge, nel 2014 ha applicato quegli stilemi al fortunato modello #azimut 50, oggi con il nuovissimo Azimut72 compie un ulteriore passo in avanti riuscendo a coniugare quello stile elegantemente rivoluzionario con tecniche costruttive all’avanguardia.
Il 72 abbina due tecnologie costruttive all’avanguardia. Lo scafo e le coperta sono infatti realizzati totalmente in infusione di VTR mentre la tuga e il fly sono in fibra di carbonio puro. Questa scelta produttiva determina un sensibile risparmio di peso, nell’ordine del 30%, che può essere sfruttato per ottenere maggiori superfici calpestabili e più ampie volumetrie interne mantenendo lo stesso dislocamento dei modelli rivali nella stessa categoria.

azimut-yachts-al-55-salone-nautico-di-genova-azimut72_dinettecabin_darkDa un punto di vista generale, è proprio il designer, Stefano Righini, che sintetizza il lavoro compiuto sul concept di questo nuovo modello: “La nuova 72 è stata disegnata ricercando e rispettando degli obiettivi ben precisi: ottenere la più ampia volumetria interna possibile nel rispetto degli standard ergonomici, esaltare il ruolo della luce sia nel salone che sottocoperta senza mai pregiudicare la vivibilità degli esterni. La forza della 72 risiede soprattutto nel rispetto dell’equilibrio della forma e nella ricerca dello stile che garantiscono il miglior rapporto tra il design degli esterni e la vivibilità degli spazi interni. Una forza che acquista energia dalla leggerezza spirituale del prodotto unita a quella materiale, garantita dall’applicazione di materiali come la fibra di carbonio e dalla ricerca di un’altissima resa idrodinamica“.
L’anteprima mondiale avverrà al Salone di Cannes dall’8 al 13 Settembre 2015.
Il nuovo Azimut 72 è stato progettato e costruito interamente nel cantiere di Avigliana in collaborazione con Stefano Righini, che ha sviluppato il concept generale del modello oltre che lo stile degli esterni e con Carlo Galeazzi che ha curato il design degli interni. Come ogni altro modello firmato #azimut Yachts anche il 72 ha l’obiettivo dichiarato di rappresentare il riferimento nel proprio segmento per volumetria, razionalità degli spazi, eleganza e performance. Sono stati soprattutto due elementi a guidare il progetto: il rispetto delle proporzioni e le tecniche costruttive innovative per ottenere esterni sportivi senza limitare in alcun modo il volume degli interni.

azimut-yachts-al-55-salone-nautico-di-genova-azimut-72-previewLungo 22,60 metri e largo 5,60 metri il layout prevede 4 cabine tutte con bagno, di cui una armatoriale a tutta larghezza con bagno en suite e caratteristiche finestrature verticali full glass senza montanti, per un totale di 8 ospiti.
Il flybridge è enorme, oltre 37 metri quadri progettati per la massima versatilità di utilizzo. Il main deck si
sviluppa su un unico piano dal pozzetto alle scale di accesso al ponte inferiore, senza gradini o dislivelli, con ampia zona relax, cucina open space e timoneria a doppia seduta. Lo stile degli interni, è completamente rinnovato per dare una forte identità al modello, proposto in versione rovere decapato e essenza Ebano laccato lucido, oppure in essenza rovere naturale termotrattato e prezioso Sicomoro laccato lucido Un accurato light design ha consentito di utilizzare luci integrate completamente con celini e arredi.
Le prestazioni del 72, con due motori MAN V12 da 1400 Hp ciascuno, sono in perfetta sintonia con il carattere sportivo del modello. La velocità di crociera si attesta sui 26 nodi, mentre la massima velocità, secondo i dati di progetto del cantiere, è di 31 nodi.