Venerdi 9 Dicembre

Atletica, il Tna respinge la richiesta di sospensione della squalifica di Alex Schwazer: “non sono deluso”

LaPresse/Fabio Cimaglia

Il marciatore altoatesino rimarrà squalificato fino al 29 Aprile 2016, poi potrà partecipare alla Coppa del Mondo di marcia in Russia e tentare la qualificazione a Rio

La seconda sezione del Tribunale nazionale antidoping ha respinto la richiesta di sospensione della squalifica di Alex Schwazer.

LaPresse

LaPresse

Resta confermata, quindi, la squalifica fino al 29 aprile 2016. La decisione del Tna è stata adottata mancando il parere favorevole della Iaaf e vista l’astensione della Wada. L’altoatesino ieri aveva effettuato un test sui 20 km chiudendo in 1h18’57 tra i primi dieci tempi al mondo. Ai primi di maggio 2016, a squalifica comunque terminata, l’allievo di Sandro Donati potrà partecipare alla Coppa del mondo di marcia a Cheboksary in Russia che potrà valere per la qualificazione olimpica. “Non sono deluso, sono contento di stare bene fisicamente. Lo sconto non è arrivato, ce la faremo anche senza“, ha commentato a caldo l’oro olimpico di Pechino 2008 nella 50 km. “Fare delle gare è importante per un atleta, l’anno prossimo per me saranno quattro anni senza gare e sono tanti. Sicuramente sarebbe stato bello avere qualche prova in cui misurarmi con gli avversari. Questo non ci sarà, a questo punto penso che ci sarà una prova secca sui 50 chilometri e poi si vedrà“, ha aggiunto Schwazer all’uscita dell’udienza davanti al Tna, durata due ore e mezza. Cerco di concentrarmi sulle cose che posso influenzare. Io quello che dovevo dire l’ho detto, poi non sta a me valutare se questo era abbastanza per uno sconto o meno. Ma va bene così“, ha detto ancora. Sulla decisione del Tna ha pesato in modo determinante il parere negativo della Iaaf, la federazione internazionale di atletica, mentre l’agenzia mondiale antidoping (Wada) non si è espressa.