Venerdi 9 Dicembre

Arezzo, Capuano non perdona: “Sperotto non verrà reintegrato”

LaPresse/Claudio Grassi

Eziolino Capuano torna a parlare di quanto accaduto all’interno dello spogliatoio dell’Arezzo e conferma non di non avere nessuna intenzione di perdonare la ‘talpa’ Sperotto

Uno sfogo accesso all’interno dello spogliatoio da parte di un allenatore imbufalito per aver visto la sua squadra perdere in amichevole contro una formazione di Promozione, un giocatore che lo registra e l’audio che fa il giro del web. Il caso Capuano-Sperotto ha fatto il giro del mondo e adesso a tornare a parlare della vicenda è proprio l’allenatore dell’Arezzo ospite le programma Rai ‘Il Processo del Lunedì’: “Non capisco questo uragano mediatico su di me: io odio l’ipocrisia e il falso moralismo. Bisogna vedere uno come dice le cose, probabilmente io esagero ma il mio rapporto coi giocatori è questo. Non ho mai fatto a botte con un giocatore o avuto brutti rapporti. Nessuno di voi – prosegue Eziolino Capuano – però ha detto una cosa importante in questa situazione: nasce tutto come una ragazzata, Sperotto è un bravo ragazzo, ma la cosa che più mi ha dato fastidio è che un giocatore possa registrare per deridere noi allenatori, di cinquanta- sessanta anni. A Sperotto auguro una grande carriera, ma non sarà reintegrato nella nostra rosa”.