Sabato 10 Dicembre

Us Open: ecatombe di teste di serie. Già fuori Nishikori

LaPresse/Reuters

Prima giornata incredibile a New York: in molti favoriti abbandonano già il campo

Non ricordo un’edizione Slam così ricca di colpi di scena e di uscite premature di campioni e campionesse già il primo giorno: forse l’edizione di Wimbledon di un paio di anni fa con la vittoria della francese Bartoli sulla tedesca Lisicki in finale e con teste di serie cadute una dietro l’altra fin dalle battute iniziali. A New York però si è partiti col botto.

Fuori nel maschile il finalista dello scorso anno, il giapponese Kei Nishikori (testa di serie numero 4), arrivato all’ultimo Slam della stagione con molte incertezze fisiche e battuto in 5 set dal francese Benoit Paire, autentico spauracchio e mina vagante del tabellone che gli ha annullato anche due palle match nel tie break del quarto. Insieme al giapponese nel tabellone maschile saluta anche Gael Monfils (tds 16), ritiratosi sul 5/0 in suo sfavore del terzo set e con un set pari contro l’ucraino Marchenko. Sono le donne a regalare però le sorprese più grandi.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Fuori la testa di serie numero 7, la serba Ana Ivanovic, sconfitta in 3 dalla rientrante (ad alti livelli) Dominika Cibulkova, fuori la numero 10, la spagnola Carla Suarez Navarro in netta crisi e sconfitta in due parziali dalla ceca Allertova (prossima avversaria della nostra Vinci), fuori la statunitense Sloane Stephens (29) battuta nel derby dalla Vandeweghe e Karolina Pliskova (8) sconfitta in due set nettissimi dalla naturalizzata statunitense Tatishvili, imitata dalla serba Jankovic (21), eliminata in 3 dalla francese semi sconosciuta Dodin e dalla russa Kuznetsova (30) sconfitta dalla francese Mladenovic in 2 set.

6 teste di serie nel femminile già a casa, una importantissima nel maschile: gli Us Open sono iniziati in maniera sorprendente.