Sabato 10 Dicembre

Un bomber venuto dall’est…ecco a voi Robert Lewandowski da Varsavia con il gol come pane quotidiano

LaPresse/Reuters

Dieci gol in sette giorni per l’attaccante polacco del Bayern Monaco che non ha nessuna voglia di fermarsi, dopo Wolfsburg, Mainz e Dinamo Zagabria chi sarà il prossimo?

Zenhmal Robert Lewandowski! Dieci volte Robert Lewandowski! E’ diventata una melodia armoniosa quell’urlo polacco-bavarese che si alza dall’Allianz Arena di Monaco fino a Magonza, un cliché a cui i tifosi del Bayern si stanno lentamente abituando, mirando le gesta del loro bomber.

 LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

La storia si compie una settimana fa, Robert venuto da Varsavia si prende la leggenda con una cinquina al Wolfsburg realizzata in nove minuti, un uragano di potenza e precisione, un animale d’area di rigore che non conosce ostacoli e azzanna la preda, un killer senza paura di colpire. Quattro giorni per ritemprarsi, novanta minuti per tornare a segnare. Lo scenario è la Coface Arena di Mainz, Bayern in difficoltà, Muller sbaglia un rigore, Robert da Varsavia alza il braccio come a voler dire ‘ci penso io’, doppietta e bavaresi in fuga. Mano al pallottoliere e si continua, Lewandowski non ha voglia di fermarsi, è subito Champions, scenario ideale per splendere come le stelle della sfera che simboleggiano la competizione. Un, due e tre volte Robert, Dinamo Zagabria al tappeto, il bomber polacco venuto da Varsavia ha fatto dieci in sette giorni, dieci come le dita di quelle mani che si alzano al cielo e si mischiano con i sospiri dei tifosi sugli spalti, dieci come le volte che il suo nome riecheggia tra le mura dell’Allianz Arena senza trovare ostacoli o confini. Signore e signori benvenuti sulla giostra delle emozioni, benvenuti a casa Lewandowski, dove l’unico pane quotidiano si chiama gol e non rende mai sazi.