Domenica 11 Dicembre

Sport e donne: Pennetta, Cagnotto e Pellegrini dilettanti nonostante i loro successi

LaPresse/Vincenzo Livieri

Tutte le campionesse come Flavia Pennetta, Federica Pellegrini, Tania Cagnotto e Roberta Vinci sono considerate dilettanai, ma Valeria Fedeli promette “creare” il professionismo femminile entro il 2016

Troviamo anacronistico il fatto che non ci siano donne professionistiche nei diversi sport. Pochi sanno che anche le campionesse recenti del tennis Pennetta e Vinci sono considerate dilettanti, anche ora nel 2015 c’è una discriminazione profondissima ed intollerabile“. Lo dice la vicepresidente del Senato Valeria Fedeli parlando in Sala ‘Caduti di Nassirya’ nel corso della presentazione del disegno di legge per la promozione dell’equilibrio di genere nei rapporti tra società e sportivi professionisti. “Non c’è nessuna squadra in nessuno sport dove le donne sono professioniste – aggiunge – questo vuol dire non avere le tutele di altre lavoratrici come ad esempio il riconoscimento della maternità“. Secondo Fedeli “siamo in una legislatura dove si è fatto molto per il superamento della discriminazione fra uomini e donne. Il nostro impegno ed obiettivo è quello di poter consegnare questo cambiamento al mondo dello sport, con un rapporto condiviso e di reciproco impegno, prima della festa della donna l’8 marzo 2016. A noi interessa il risultato“.