Venerdi 9 Dicembre

Schumacher, per i progressi bisognerà aspettare 3 anni

PA/LaPresse

Si torna a sapere qualcosa di Schumacher, ma le notizie non sono incoraggianti

Dopo un periodo di silenzio, si torna a sapere qualcosa sulle condizioni attuali di Michael Schumacher, indimenticabile campione della Formula 1 da tanto, troppo tempo, bloccato su un letto in tristi condizioni.

Oliver Multhaup/ La Presse

Oliver Multhaup/ La Presse

Il Daily Express rompe questo stato di quiete e riporta le dichiarazioni di una fonte vicina alla famiglia: “I progressi di Michael sono dolorosamente lenti … Non si intravedono miracoli all’orizzonte”. Indiscrezione che arriverebbe da chi osserva puntualmente lo staff medico che segue l’ex pilota da vicino. Una fonte attendibile quindi, verificata dal giornale, e che riporta dati allarmanti: Schumacher avrebbe perso circa 30 kg arrivando a pesarne meno di 45, non riuscendo ancora a parlare, camminare e con una percezione di ciò che lo circonda molto ridotta.

15 specialisti ad assisterlo nella camera – ospedale allestita nella sua residenza svizzera di Gland, un team composto dai migliori neurologi, logopedisti, fisioterapisti, coordinati dal rinomato Richard Frackowiak. Un altro medico, Francois Payer, che ha curato Schumacher nei sei mesi al Centre Hospitalier Universitaire di Grenoble, parla inoltre di progressi visibili nel lungo periodo: “ci vorranno almeno tre anni per vedere qualche miglioramento”.

Non si può far altro che sperare, di sicuro la voglia di lottare a Schumacher non manca.