Sabato 10 Dicembre

RWC: un’altra colonna del rugby internazionale abbandona trofeo e carriera

LaPresse/PA

Jean De Villiers ha annunciato che si ritira dall’attività internazionale, non vestirà più dunque la maglia degli Springboks

Jean De Villiers lo scorso novembre aveva subìto un infortunio al ginocchio che gli era quasi costato la carriera ma, da guerriero quale è sempre stato, ha voluto affrontare la sfida dell’operazione e del recupero poi durato quasi 8 mesi, con l’obbiettivo di partecipare alla Coppa del Mondo.
Con grande coraggio e professionalità il capitano Springboks ha affrontato tutto questo e si è presentato alla Rugby World Cup per guidare i suoi compagni in questa avventura.
Ma le cose non sono andate come Jean aveva sperato e dopo la prima partita – la sconfitta contro il Giappone, la prima nella storia del rugby sud africano – si è trovato a giocare con Samoa, questa volta vincendo, ma dovendo abbandonare il campo nel secondo tempo per una frattura alla mandibola.
Frattura che ha costretto il 3/4 centro a fermarsi e a dover tornare a casa lasciando spazio ad un “sostituto”. Questa è stata anche la goccia che ha fatto traboccare il vaso e che ha portato il capitano sudafricano a render noto il suo ritiro dall’attività internazionale.
La notizia si percepiva nell’aria già da tempo, ma non possiamo non ammettere l’effettivo vuoto che Jean De Villiers lascerà nel contesto internazionale con i suoi 109 caps.
Un omaggio ad un uomo che ha contribuito alla storia di questo sport.
Thanks Jean!

Giorgio Pegoraro – Rugbymeet