Lunedi 5 Dicembre

Rugby: polemiche nel Regno Unito per la cattiva organizzazione dei trasporti per la RWC

LaPresse/PA

Sono nate tante polemiche nel Regno Unito a causa del “mal funzionamento” dei trasporti da parte dei tifosi arrivati in terra inglese per assistere ai Mondiali di rugby

Mentre si calcola che il Regno Unito sia stato letteralmente invaso da oltre 400mila tifosi stranieri per il campionato mondiale di rugby cominciato venerdì, il sistema britannico dei trasporti è in questi giorni messo a dura prova dall’enorme quantità di viaggiatori che devono andare da una città all’altra dell’Inghilterra e del Galles per vedere le partite. Le polemiche a Londra infuriano soprattutto per la serata di venerdì, quando dopo la partita inaugurale dell’Inghilterra contro Fiji la stazione di Twickenham, la più vicina allo stadio che ospitava il match, è stata chiusa per oltre 50 minuti per un problema tecnico. Guai anche per chi sabato voleva raggiungere Cardiff, la capitale del Galles, per la partita fra Irlanda e Canada. Secondo quanto riporta il Guardian, la compagnia che gestisce la linea fra Londra e la citta’ gallese ha dovuto chiedere ufficialmente scusa, dopo aver sottostimato la quantita’ di tifosi che avrebbero poi preso d’assalto la stazione di Paddington nella capitale britannica, dove appunto si sono registrate scene di caos. First Great Western ha cosi’ promesso una migliore gestione nelle prossime settimane, considerando che il campionato andra’ avanti per un mese e mezzo. Si stima che il totale degli spettatori di tutte le partite di questo campionato superera’ i 2,3 milioni. Per il Regno Unito questo e’ l’evento sportivo piu’ importante e piu’ seguito dopo le Olimpiadi di Londra 2012.