Domenica 4 Dicembre

Roma 2024: Giovanni Malagò ottimista ma bisogna lavorare sodo

E’ ottimista Giovanni Malagò per la candidatura di Roma per ospitare le Olimpiadi 2024, ma il lavoro da fare e tanto e non bisogna sottovalutare nessuna avversaria

Finalmente abbiamo una griglia delle partecipanti alla gara. Il Cio, a inizio settimana, ha dettato le regole specifiche della candidatura, i lavori sono cominciati e bisogna rispettare tutti. Da qui a settembre tante cose possono succedere ma ero ottimista prima e oggi lo sono ancora di piu‘”. Giovanni Malago’ e’ sempre piu’ fiducioso nella candidatura di Roma per i Giochi del 2024. In corsa anche Parigi, Amburgo, Los Angeles e Budapest, con la capitale francese che al momento gode dei favori dei pronostici. “Parigi la vera rivale? Sarebbe un errore pazzesco sottovalutare qualche avversario, la storia dell’aggiudicazione delle Olimpiadi ha riservato grandissimi exploit da citta’ che non sembravano certo favorite, vedi Rio e Chicago per il 2016 – sottolinea il presidente del Coni, ospite di ‘Gazzetta Tv’ – E poi conta essere votati ma non necessariamente al primo turno: puoi vincere al secondo, al terzo o al quarto, bisogna capire chi ha votato prima cosa puo’ votare dopo“. A ‘svantaggio’ di Roma il problema corruzione. “Sarei ipocrita se non riconoscessi certi mali che forse sono endemici della citta’ e che sono sotto gli occhi di tutti. Ogni citta’ ha i suoi buoni motivi per aspettarsi di ospitare le Olimpiadi ma per una citta’ come Roma che ha questi problemi puo’ rappresentare uno spartiacque fra i problemi di prima e una nuova generazione, come successo per Rio“, la replica di Malago’.