Martedi 6 Dicembre

Renzi a New York per la finale Vinci-Pennetta: “perché non va a Palagonia o in India dai Marò? E’ il Paolini dei successi altrui”

10/06/05 AEROPORTO DI CIAMPINO ATTERRAGGIO AEREO DELLA REPUBBLICA ITALIANA

Dure polemiche da parte dell’opposizione rispetto alla scelta del premier Renzi di annullare tutti gli impegni per volare a New York per la finale tra Flavia Pennetta e Roberta Vinci

Infinite le polemiche nate dopo la decisione del Premier Matteo Renzi di annullare tutti gli impegni per volare a New York per assistere alla storica finale tutta italiana tra Flavia Pennetta e Roberta Vinci agli US Open.

Renzi AereoDura Giorgia Meloni che ha affermato: “Renzi annulla tutti gli impegni e vola a New York per la finale di Us Open Pennetta-Vinci. Nulla da dire sul fatto che il Presidente del Consiglio sia presente a una finale storica tutta Italiana. Solo avrei voluto vedere in Renzi la stessa prontezza nell’andare in India dai marò Latorre e Girone o a Palagonia per incontrare la figlia dei coniugi Solano. Ma lui non mette mai la faccia sui problemi: le uniche cose che fa sono per mettere cappello sulle vittorie degli altri e scattare selfie con i vip. Renzi è il Paolini dei successi altrui“.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Totale mancanza responsabilità #Renzi.Mezzogiorno abbandonato.Urgente invece mettere in campo solido #sudact per ripresa #ITALIA#USOpen15.” questo il tweet della deputata di Forza Italia, Renata Polverini. Il presidente di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni invece ha scritto su Facebook: “Renzi annulla tutti gli impegni e vola a New York per la finale di Us Open Pennetta-Vinci. Nulla da dire sul fatto che il Presidente del Consiglio sia presente a una finale storica tutta Italiana. Solo avrei voluto vedere in Renzi la stessa prontezza nell’andare in India dai marò Latorre e Girone o a Palagonia per incontrare la figlia dei coniugi Solano. Ma lui non mette mai la faccia sui problemi: le uniche cose che fa è mettere cappello sulle vittorie degli altri e i selfie con i vip. Renzi è il Paolini dei successi altrui“.

Matteo SalviniAnche Salvini contro la decisione del Premier: “è una vergogna, perchè se vuoi guardare le partite di tennis o te le guardi in televisione o non fai il presidente del Consiglio“. “Mi auguro che abbia tanto tempo – ha aggiunto – per seguire lo sport e il tennis non facendo più il presidente del Consiglio“. Ed ancora: “Io sono felice della finale tutta italiana, ma avrei preferito che Renzi si occupasse dei problemi dei lavoratori. Evidentemente, era piu’ importante la partita di tennis“.

LaPresse/Fabio Cimaglia

LaPresse/Fabio Cimaglia

Nemmeno il presidente dei deputati di Forza Italia Renato Brunetta approva la decisione presa da Renzi: “Renzi va a New York a vedere la partita Vinci-Pettenna. Renzi è uno che scommette win-win, va a farsi comunque lo spottone. Chiunque vinca sarà un successo. Viva Pennetta, viva Vinci, abbasso Renzi l’opportunista“.

Alle polemiche si aggiunge anche quella di Maurizio Gasparri (FI): “Renzi, il furbo esibizionista, vola in America dove l’Italia con due finaliste vince comunque. Il Sud può attendere. Lo spot continua“. “Che la finale Vinci-Pennetta a New York sia un grande momento per l’Italia è evidente. -ha continuato- Che il presidente del Consiglio voli lì per l’ennesimo spot pubblicitario a spese del contribuente, disertando un impegno istituzionale al Sud, è tipico del personaggio. Il turismo sportivo è un vecchio vizio. Mesi fa Gentiloni e Alfano andarono con voli di Stato a Berlino e non portarono bene alla Juve che perse la finale Champions con il Barcellona“.