Sabato 10 Dicembre

Prelibatezze per veri gourmets, la Champions stasera serve i piatti forti

LaPresse/Fabio Ferrari

In campo i campioni in carica del Barcellona di scena all’Olimpico contro la Roma. Il Chelsea ospita il Maccabi per il riscatto mentre Bayern e Arsenal viaggiano in Croazia e Grecia

Come ad un banchetto pieno zeppo di portate gustose e prelibate, la due giorni di Champions League, dopo aver servito ieri un ricco antipasto, porta a tavola oggi la sfiziosità dei primi, che hanno come piatto forte i campioni in carica del Barcellona.

LaPresse/Alfredo Falcone

LaPresse/Alfredo Falcone

Da un’italiana all’altra per Luis Enrique che, dopo aver battuto la Juve a Berlino, ricomincia dall’Olimpico di Roma la sua avventura verso la conquista della seconda Champions  di fila, record mai riuscito a nessuno da quando la coppa dalle grandi orecchie ha cambiato nome. Un ritorno al passato per il tecnico asturiano che torna nello stadio che lo ha visto protagonista di un’esperienza non proprio da ricordare. “Avete visto che non era poi così tanto scemo?” chiede De Rossi ai giornalisti, come a voler dare lustro, se ancora ce ne fosse bisogno, ad un tecnico capace di calare il triplete e portare a casa la Supercoppa d’Europa. Ma nel gruppo E non è solo Roma- Barcellona, si sfidano anche Bayer Leverkusen e Bate Borisov, due squadre decise a giocare il ruolo di outsider in un girone già assegnato, solo sulla carta. Sembrano non avere scampo, nel gruppo F, Dinamo Zagabria e Olympiakos contro Arsenal e Bayern Monaco.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Unica insidia, per inglesi e tedeschi, sarà il fattore campo, il Maksimir di Zagabria e il Karaiskakis del Pireo, infatti, saranno due catini infuocati difficile da gestire. Chiamato al riscatto è il Chelsea di Josè Mourinho che affronta allo Stamford Bridge gli israeliani del Maccabi Tel Aviv. Una gara da vincere a tutti i costi per i blues che puntano ad uscire dalla crisi che li attanaglia dall’ inizio della stagione. Completa il gruppo G la sfida tra Dinamo Kiev e Porto, due squadre che si pongono lo stesso obiettivo, cioè quello di insidiare la supremazia del Chelsea per giocarsi il primo posto nel girone. Chiude il quadro della prima giornata di Champions il gruppo più equilibrato, quello H, che presenta due gare dal difficile pronostico. Leggermente favorito il Lione in casa dei belgi del Gent, mentre sarà battaglia fino all’ultimo minuto al Mestalla tra ValenciaZenit San Pietroburgo. Forchetta o cucchiaio poco cambia, l’importante è che non manchi l’appetito, e con ‘antipasto di ieri, non c’è dubbio che sia arrivato.