Mercoledi 7 Dicembre

Piqué gonfia il petto e risponde ai fischi: “non chiedo perdono a nessuno, vorrei che il Real perdesse sempre”

Il difensore catalano derubrica i fischi come figli della rivalità tra Barcellona e Real, sottolineando il suo attaccamento alla roja: “finché il mister mi chiamerà, continuerò”

Nessun ripensamento, il difensore del Barcellona Gerard Piqué non si dice pentito dello sfottò a Cristiano Ronaldo durante i festeggiamenti per il ‘triplete’ blaugrana che hanno destato diverse polemiche, portando alla contestazione aperta del pubblico in occasione delle uscite del difensore con la maglia della Nazionale iberica

LaPresse/Xinhua

LaPresse/Xinhua

. “Non mi pento per nulla, lo rifarei mille volte. Io sono fatto così, vorrei che il Real perdesse sempre. E’ colpa della rivalità sportiva di tutta una vita, è qualcosa che non si può cambiare“. Il difensore spagnolo, fischiato nelle sue ultime uscite anche per il suo appoggio al fronte che chiede l’indipendenza della Catalogna, ha minimizzato gli episodi derubricandoli a una semplice rivalità Real-Barca, e sul suo futuro con la maglia delle ‘furie rosse’ conclude: “abbandonare è l’ultima cosa che farei. Continuerò a giocare dando il massimo finché godrò della fiducia del mister“.