Martedi 6 Dicembre

MotoGp, Marquez si nasconde: “voglio vincere le gare che restano non il Mondiale”

LaPresse/Alessandro La Rocca

Il campione del Mondo si mostra poco convinto di riuscire a riprendere Rossi nella classifica piloti: “Valentino va molto forte su ogni pista, difficile riagguantarlo”

Marc Marquez e’ felice per il suo straordinario momento di forma. Il Campione del Mondo della Honda Hrc, dopo l’esaltante vittoria di San Marino a danni dei rivali della Yamaha, affronta la gara di casa con l’entusiasmo di chi non ha nulla da perdere.
LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Misano e’ stata una gara strana, alla fine abbiamo vinto ma sull’asciutto sarebbe stata dura prendere Jorge. Quel che ha funzionato e’ stata la nostra strategia. E’ stata una vittoria importante per me, ma qui le Yamaha hanno svolto dei test e saranno molto forti, soprattutto Jorge. Provero’ a spingere al massimo sin dall’inizio, cercando di arrivare sul podio e magari giocarmi la vittoria. Se tutte le gare fossero come Misano, possiamo esser li’ davanti. Non m’importa arrivare secondo o terzo in Campionato, io voglio continuare a vincere e a mantenere alto il mio livello. In questo senso, e’ importante chiudere al meglio la stagione. Difficile arrivare a prendere Valentino, lui e’ fortissimo su ogni pista. Finora la mia carriera e’ stata fantastica, forse quest’anno e’ stato piu’ difficile del previsto. Alla fine abbiamo vinto 4 gare e possiamo ancora provarci!“. Miglior pilota satellite del Campionato, Bradley Smith (Monster Yamaha Tech3) siede al tavolo della conferenza dopo il podio conquistato a Misano, che ha posto fine a un lungo digiuno che durava dalla tappa australiana dello scorso anno.

LaPresse/Alessandro La Rocca

LaPresse/Alessandro La Rocca

Misano è stato un risultato fantastico per me e per il mio team. A renderlo ancor più speciale è il fatto di esser il primo tra i piloti satellite. Se guardiamo ai numeri, a parte il podio di Crutchlow in Argentina e di Petrucci a Silverstone, non ce ne sono stati altri. Il mio obiettivo è dunque salirvi il più possibile; adesso sono quinto in Campionato e spero di rimanerci. Per me si sta rivelando una bella stagione. Era difficile arrivare sempre nella top 10 e al tempo stesso essere il miglior pilota satellite. Adesso mancano poche gare, voglio restare concentrato e lavorare sui dettagli per dare il meglio in questo finale di stagione per conservare il quinto posto. Voglio continuare a migliorare anche per la prossima stagione per farmi trovare pronto e iniziare il 2016 al meglio e col piede giusto“. Uscito di pista e poi rientrato senza cambiare la moto, il britannico, che di recente ha firmato per Pramac nella prossima stagione, ha conquistato il suo primo podio nella classe regina: “alla fine sono rimasto sorpreso del terzo posto di Misano. Questo fine settimana tornerò verosimilmente a lottare per la top 10, spero di riuscire a finire tra i primi otto. La moto qui ad Aragon va forte e posso raggiungere il mio obiettivo. Penso che la decisione che ho preso rispetto alla prossima stagione sia quella giusta. Naturalmente darò il massimo con la Honda fino all’ultima gara di quest’anno. E’ un tracciato affascinante per i sali-scendi, soprattutto per la MotoGP. Non vedo l’ora di scendere in pista nelle FP1, per acquisire feeling e continuare a migliorare. E Magari arrivare alle Q2“.