Giovedi 8 Dicembre

Moto Gp: tutti corrono in casa a Misano

LaPresse/REUTERS

Sono tanti i piloti che a Misano si sentono a casa: Dovizioso, Valentino Rossi, Danilo Petrucci e Alex De Angelis. Per loro si prospetta un week end ricco di emozioni

Misano rappresenta un territorio di caccia anche per Ducati. Andrea Dovizioso arriva a Misano reduce dal podio di Silverstone, risultato con cui sembra aver messo fine al suo lungo periodo negativo: “Arrivare al GP di casa col podio di Silverstone e’ una gran cosa. Anche se si e’ trattato di una gara bagnata, e’ stato importante per me e per la Ducati. Salire sul podio qui sara’ molto difficile con le 4 moto factory di Honda Yamaha a lottare per il titolo; sara’ difficile ma non impossibile, la nostra velocita’ e’ buona e possiamo stare con loro“.

LaPresse/REUTERS

LaPresse/REUTERS

Galvanizzato dal secondo posto in Inghilterra, Danilo Petrucci (Octo Pramac Racing) affronta il tredicesimo round della stagione con rinnovato entusiasmo e dall’ottavo posto nella Top Ten della classifica generale: “Non ho avuto molto tempo per festeggiare, purtroppo, perche’ ho dovuto fare molte interviste! In pratica ho passato tutta la settimana al telefono: vi assicuro che rispondere a tutte queste domande e’ piu’ difficile che esser in pista. Misano e’ una grande opportunita’ per me di stare con i primi; come a Silverstone, spero di non commettere errori. Li’ ero al limite. Sono felice per il mio primo podio, ma adesso voglio fare una bella gara anche sull’asciutto e magari chiudere nella Top Five. A Silverstone sapevo che questi ragazzi si stavano giocando il titolo, ho avuto paura di commettere un errore e compromettere anche la loro gara. Il mio obiettivo, realisticamente, e’ arrivare nella Top Ten. Sono ottavo in classifica ma Pol Espargaro’, Maverick Viñales, Cal Crutchlow sono molto veloci e dovro’ faticare molto.

lapresse/Simone Rosa

lapresse/Simone Rosa

Gara di casa anche per il pilota locale Alex De Angelis (E-Motion IodaRacing): il sanmarinese si presenta dinanzi ai propri tifosi dopo l’ottima prestazione in terra inglese dove, in sella alla sua ART, e’ riuscito a rientrare per la seconda volta in stagione in zona punti: “E’ sempre belle tornare a casa: qui ho conquistato il mio primo podio nel 1998 e trovarmi su questo circuito mi da’ la carica, la motivazione a fare del mio meglio per conquistare dei punti. Sara’ difficile sull’asciutto. Abbiamo un nuovo sponsor e speriamo di poter ricevere delle attenzioni dall’Aprilia perche’ la mia moto non e’ competitiva rispetto alle altre Open. Nella categoria se la giocano Ducati e Yamaha. Io voglio dare il 100% di quel che ho“.