Giovedi 8 Dicembre

Moto Gp: il Team Ducati a Misano per la sicurezza stradale

Continua la campagna di sensibilizzazione promossa dal Team Ducati per la sicurezza stradale

Noi in moto per vincere guardiamo sempre avanti. E voi?“. Andrea Dovizioso e Andrea Iannone tornano in pista a Misano per la sicurezza stradale, con uno sguardo particolare ai giovani e all’uso improprio del cellulare alla guida. Testimonial della campagna di sensibilizzazione promossa dal team Ducati e dalla Tim, title sponsor del Gp di San Marino e partner della scuderia italiana, i due piloti hanno compiuto il loro primo giro di pista e si apprestano al secondo. La prima edizione aveva coinvolto oltre 3.500 ragazzi nelle scuole in 20 citta’ italiane; sui social il challenge #guardaavanti ha generato oltre 6,3 milioni di contatti in rete.

LaPresse/Efe

LaPresse/Efe

Tutte queste iniziative hanno contribuito a un importante effetto: secondo un’indagine realizzata per Tim da Vidierre, societa’ leader nel monitoraggio dei media, oggi di sicurezza stradale si parla di piu’: con una crescita del 18% in radio, del 19% sulla stampa, del 21% in tv, del 27% sul web e del 26% sui social. In particolare, e’ aumentato significativamente il tempo dedicato a parlare dell’uso improprio del telefonino alla guida. Ora la seconda edizione della campagna portera’ gli studenti italiani per le vie delle proprie citta’, per concrete azioni di sensibilizzazione: verra’ chiesto ad automobilisti o motociclisti fermi agli incroci di spegnere il cellulare o usare bluetooth o auricolari, nascera’ una “pubblicita’ progresso” per il web. A Misano invece, durante il Gp di San Marino, i tifosi della tribuna Ducati saranno coinvolti in una coreografia dedicata alla sicurezza stradale. “Siamo davvero orgogliosi e soddisfatti di continuare la collaborazione con Telecom Italia, nostro partner in questo importante progetto”, ha detto il ds Ducati corse Paolo Ciabatti. ”Quando si guida una moto bisogna avere padronanza del mezzo, concentrazione sul percorso e consapevolezza che non ci siamo solo noi”, le parole di Dovizioso. ”Usare il cellulare – ha aggiunto Iannone – porta via riflessi e velocita’ di reagire”- Occhi fissi sulla strada, e nessuna distrazione.