Domenica 4 Dicembre

Mondiali di Canottaggio, l’otto azzurro in finale dopo sei anni

L’ultima volta accadde nel 2009 a Poznan, ora nel mirino c’è anche la qualificazione per Rio

Ci sono voluti sei anni di attesa per rivedere un otto italiano in una finale di un campionato del mondo assoluto di canottaggio. L’ultima volta accadde nel 2009 nel mondiale polacco di Poznan, oggi invece è stata agguantata nuovamente dall’Italia, durante il Campionato del Mondo assoluto in svolgimento in Francia, sulle acque del lago di Aiguebelette, al termine di una gara coraggiosa e spregiudicata senza timori reverenziali come si addice alle grandi di questa disciplina.

otto A riuscire nell’impresa sono stati Matteo Stefanini (Fiamme Gialle), Fabio Infimo (RYCC Savoia), Andrea Tranquilli (Fiamme Gialle), Pierpaolo Frattini (CC Aniene), Giovanni Abagnale (Marina Militare), Domenico Montrone, Luca Agamennoni (Fiamme Gialle), Vincenzo Abbagnale (Marina Militare) e Enrico D’Aniello (CN Stabia) al timone: nove atleti che ora hanno il compito più arduo ed è quello di non arrivare ultimi in una finale che concede il pass diretto per i Giochi Olimpici di Rio de Janeiro solo a cinque barche. Una regata che ha registrato un finale con l’Italia in rimonta che ha attaccato i polacchi che stavano ricuperando sulla Russia. Negli ultimi quattrocento metri gli azzurri hanno messo letteralmente il turbo alla barca e hanno piazzato un serrate finale incredibile che ha fulminato le speranze della Polonia, medaglia di bronzo al mondiale 2014, che ormai già assaporava l’accesso in finale, e sul traguardo solo la Russia si è imposta per 92 centesimi su una fantastica Italia e per 1″06 sulla Polonia spinta fuori dalla finale da un’Italia stratosferica per 14 centesimi. Appuntamento alla finale prevista per il 6 settembre al termine della quale solo i primi cinque andranno a Rio 2016.