Lunedi 5 Dicembre

Mihajlovic e la sua banda di giovanotti, la difesa rossonera ha 81 anni in quattro

LaPresse/Spada

Calabria 18 anni, Romagnoli 20, Ely 21, De Sciglio 22, una difesa made in Italy che rappresenta il futuro del Diavolo

Largo ai giovani! Sembra essere questo il motto che Sinisa Mihajlovic ha coniato nella sua nuova vita rossonera. Del resto questo è un cult dell’allenatore serbo, sempre propenso a lanciare nelle sue squadre giocatori in erba dal punto di vista anagrafico ma già pronti da quello fisico e mentale.

Davide-CalabriaFin dal suo arrivo Sinisa ha chiesto ai suoi dirigenti l’acquisto di Romagnoli dalla Roma e ha insistito con forza di far rimanere in rosa Rodrigo Ely, prelevato dall’Avellino a costo zero. Oggi contro l’Udinese, con l’infortunio di Abate, e il lancio tra i titolari di Davide Calabria, il sogno di Mihajlovic potrebbe avverarsi, potendo schierare il Milan con una difesa formata da quattro giovani di belle speranze che arrivano a 81 anni in quattro: Calabria (18 anni), Romagnoli (20 anni), Rodrigo Ely (21 anni) e De Sciglio (22 anni). Una cerniera made in Italy su cui il tecnico serbo vorrebbe puntare per arginare Thereau e compagni. La prudenza, tuttavia, non è mai troppa ed ecco che è sempre più probabile l’innesto di Zapata per dare esperienza a tutto il pacchetto arretrato.

LaPresse/Alfredo Falcone

LaPresse/Alfredo Falcone

Ciò non toglie che il Milan ha già in casa la difesa del futuro, senza contare che in rosa per i rossoneri figura anche il portiere del futuro, quel Gigi Donnarumma che di anni ne ha ancora 16 e viene descritto già come un fenomeno del ruolo. Galliani li ha presi e adesso se li coccola, vuoi vedere che ha già formato la retroguardia della prossima Nazionale Italiana?