Lunedi 5 Dicembre

Mascotte perde la testa e crea una rissa in tribuna

Andreas Bosheck, che veste i panni di Grotifant l’elefantino mascotte dell’Uerdingen ha perso in tutti i sensi la testa creando una rissa in tribuna

La mascotte di una squadra dovrebbe essere simbolo di pace, amore, passione e gioia. Certo, chi veste i panni della mascotte ha un ruolo difficile da svolgere, il costume è pesante, caldo e non permette di muoversi molto agilmente, dunque, chi decide di farlo, lo fa quasi sempre più per amore della propria squadra che per denaro. Le mascotte, a volte, come accade nei film, sono prese di mira dai tifosi che la “seviziano”, quindi il suo ruolo diventa ancor più difficile da gestire. La mascotte deve essere dunque paziente e deve avere una forza d’animo più unica che rara. Pazienza che Andreas Bosheck ha perso, a causa del “cattivo” comportamento dei tifosi della sua squadra: gli hanno tirato la proboscide, togliendogli così di dosso la testa del vestito. Bosheck, che veste i panni di Grotifant, mascotte  dell’Uerdingen, squadra tedesca, non ci ha visto più ed ha immediatamente aggredito il ragazzo che ha commesso il “fattaccio”, creando una rissa generale nella tribuna dello stadio. Una volta placata la situazione Andrea Bosheck si è reso conto di aver effettivamente reagito in modo esagerato: “è stato un gesto stupido – ha detto –. Mentre mi staccavano la testa ho preso un colpo forte e mi sono fatto male. Ora so che non è stato fatto volontariamente: il ragazzo mi ha chiesto scusa. Mi ha spiegato che voleva essere solo uno scherzo, ma in momenti del genere sei sotto stress e adrenalina e non reagisci in maniera rilassata. Inoltre volevo riprendere la testa, non avevo idea di cosa volessero farci. Ora comunque il problema è risolto ed è inutile continuare a parlarne” ha dichiarato.