Giovedi 8 Dicembre

“Mad Max”, Verstappen senza paura: il ragazzo già uomo della Toro Rosso

Photo4 / LaPresse

Il pilota 17enne della Toro Rosso Max Verstappen corre e rimonta, quando la sua scuderia però gli chiede di cedere il passo al suo compagno di squadra il pilota olandese si oppone. Ecco cosa è successo…

Certe volte basta poco a fare la differenza. Certe volte bastano due lettere, messe insieme, al momento giusto. Ieri, durante il Gran Premio di Formula 1 di Singapore, a pochi giri dal termine, una voce proveniente dalla sua stessa scuderia ha comunicato al giovane pilota e figlio d’arte Max Verstappen che doveva rallentare per far passare il suo compagno di team, l’altro figlio d’arte: Carlos Sainz. La risposta del pilota Verstappen è stata urlata con decisione nel microfono e sentita in mondovisione: NOOOO! E così è stato. Verstappen ottavo. Sainz nono. Sotto la bandiera a scacchi, è passato prima Max e poi “Junior Sainz”. Del resto, che Max abbia grinta e carattere da vendere è ormai cosa risaputa nei box della F1. Non a caso, di lui abbiamo già parlato. E come non farlo, del resto? È la cosa più bella, da un po’ di tempo a questa parte, che si possa vedere durante un Gran Premio di Formula 1. Max Verstappen, 17 anni, ha qualcosa di speciale dentro e fuori il suo corpo di pilota ragazzino. Anche ieri, un’incredibile rimonta lo ha portato dall’ultimo all’ottavo posto. E il circuito era uno dei più difficili per effettuare sorpassi. Eppure…