Venerdi 9 Dicembre

L’Italia vince ma non convince, De Rossi stende la Bulgaria

LaPresse/Davide Anastasi

Prestazione non molto convincente degli azzurri che sprecano troppo e lasciano in gara i bulgari fino al fischio finale. Pirlo in panchina per tutti i 90 minuti

Ennesima vittoria striminzita per l’Italia di Antonio Conte che porta a casa tre punti fondamentali con il minimo sforzo.

LaPresse/Davide Anastasi

LaPresse/Davide Anastasi

E’ di De Rossi la rete decisiva, arrivata peraltro su calcio di rigore, che stende la Bulgaria e lancia gli azzurri in testa al gruppo H, seguiti dalla Norvegia, impostasi nel pomeriggio sulla Croazia con un secco 2-0. Il ct sorprende tutti prima del fischio d’inizio annunciando una formazione con molte sorprese, due su tutte la presenza di El Shaarawy sull’out sinistro e l’assenza di Pirlo in cabina di regìa. L’Italia parte fortissimo e già dopo tre minuti è in vantaggio. Candreva si guadagna un rigore che De Rossi realizza, dopo averlo ripetuto due volte. Trovato il punto dell’1-0, gli azzurri continuano a spingere, Pellè fa sponda per El Shaarawy ma il destro del faraone si perde a lato. Ci prova anche Candreva con un sinistro da fuori ma Mitrev fa buona guardia. Prima della fine della prima frazione è sempre l’esterno laziale ad avere l’occasione giusta per il raddoppio, ma il tiro è troppo impreciso e non trova lo specchio della porta, per la disperazione di Conte in panchina.

LaPresse/Davide Anastasi

LaPresse/Davide Anastasi

Al rientro dagli spogliatoi l’Italia torna ad essere lenta e involuta, il ritmo cala e il nervosismo sale per il fatto di non riuscire a mettere in ghiaccio il risultato. Ne fa le spese De Rossi che, per colpa di una reazione sconsiderata, scalcia Micanski e si guadagna il rosso. Espulsione anche per l’attaccante bulgaro e squadre in dieci. Si aprono gli spazi e gli azzurri cercano di far male, ma ancora una volta emergono i problemi in fase realizzativa della Nazionale. Antonio Conte cerca di dare nuova linfa al reparto avanzato togliendo Pellè per Zaza e inserendo Florenzi e Eder al posto di El Shaarawy e Candreva. Ma è la Bulgaria ad andare vicina al gol con Milanov, è attento però Buffon a difendere il vantaggio. Finisce così, con l’Italia che sale a 18 punti e, a due giornate dalla fine, può toccare con mano il sogno qualificazione.