Domenica 4 Dicembre

Leonardo Gallitelli a capo della struttura antidoping Nado Italia: “impererà il rigore assoluto”

LaPresse/Vincenzo Livieri

Svolta nella lotta antidoping italiana: Leonardo Gallitelli a capo della nuova struttura antidoping Nado Italia

Finora è stata lasciata troppa libertà agli atleti? Se così è non c’è dubbio, impererà il rigore assoluto“. E’ il manifesto del Generale di Corpo d’Armata, Leonardo Gallitelli, in occasione della sua presentazione a capo della nuova struttura antidoping Nado Italia avvenuta oggi in Sala Giunta del Coni. “Assumo un incarico dopo oltre 47 anni di carriera nell’Arma – ha inoltre aggiunto Gallitelli –, la prima cosa che ho fatto è stato trovare un segno di continuità con quanto fatto sempre nella mia vita e il segno c’è, perchè come Carabiniere ho, abbiamo, contrastato tutti i fattori inquinanti della società civile, dalla Mafia al crimine organizzato, che ancora condizionano il nostro Paese“. “Il doping – ha concluso l’ex comandante dell’Arma – non possiamo che definirlo inquinante del mondo dello sport, dove cerchiamo regolarmente immagini di pulizia e lealtà. Il fattore scellerato del doping va ad incidere pesantemente su un’immagine. La struttura per la quale sono stato chiamato è efficientissima, ancora non la conosco a fondo ma ne ho apprezzato l’altissima efficienza“.