Venerdi 9 Dicembre

La verità dello Schalke su Draxler

Zuma press/LaPresse

Il club tedesco smentisce giocatore e Juventus, rivelando che il trasferimento è saltato per colpa del club italiano

Un tormentone lungo un’estate: Julian Draxler vicino alla Juventus e contento, così come la Juve finalmente a posto nella casella trequartista e corsia preferenziale del tedesco verso il nostro campionato. Poi, d’improvviso, il colpo di scena: Julian dice di preferire restare in Germania e sceglie il Wolfsburg, per crescere. Una questione di cuore e di scelte appropriate si è detto, ma ora si scopre che la volontà del giocatore era ben altra.

LaPresse/REUTERS

LaPresse/REUTERS

Il direttore sportivo dello Schalke, Heldt, smentisce Draxler e ammette come in realtà il giocatore volesse fortemente la Juve: “Io, Julian e Breitenreiter avevamo parlato spesso della possibilità che il giocatore lasciasse il club. La Juventus si è interessata, ha presentato un’offerta e il ragazzo voleva a tutti i costi trasferirsi in bianconero. La Juventus non ha soddisfatto le nostre aspettative e con il giocatore abbiamo deciso che comunque non era il caso di continuare a lavorare insieme. Lunedì però era il termine per il mercato così quando giovedì abbiamo avuto i primi contatti con il Wolfsburg e Draxler ha insistito per la Juve, gli ho spiegato che l’offerta dei bianconeri era insufficiente e che se non ne avessimo ricevuto una accettabile sarebbe rimasto”.

Parole ben lontane e dal sapore diverso rispetto a quelle dell’ad Marotta che incredibilmente una decina di giorni fa aveva liquidato il tutto come una boutade di mercato, perché la società italiana, a suo dire, non aveva mai instaurato una vera trattativa per il talento tedesco.