Lunedi 5 Dicembre

La Tinkoff-Saxo contro la Vuelta di Spagna dopo l’incidente di Paulinho

Non ci sta la Tinkoff-Saxo dopo l’incidente di ieri che ha costretto il corridore Paulinho a ritirarsi dalla gara spagnola

Possono gli organizzatori della Vuelta garantire una corsa sicura?“. E’ la domanda provocatoria della Tinkoff-Saxo, che ha perso ieri il secondo corridore, Sergio Paulinho, finito a terra dopo essere stato colpito da una moto della tv spagnola. Un incidente molto simile a quello che ha portato al ritiro di Peter Sagan quattro giorni fa. Per il corridore portoghese 17 punti di sutura alla gamba e Vuelta finita. “Data la gravità dei due incidenti che hanno coinvolto i corridori della Tinkoff-Saxo alla Vuelta, il team valuterà se ci sono le condizioni di sicurezza necessarie per continuare a gareggiare“, si legge in una nota. Del resto, mentre l’11esima tappa era ancora in corso, il patron Oleg Tinkov ha minacciato su Twitter di ritirare tutta la squadra.