Giovedi 8 Dicembre

La Juventus non sa più vincere, anche il Chievo strappa un punto allo Stadium

LaPresse/Fabio Ferrari

Il Chievo va subito in vantaggio e gestisce il risultato, trovando anche il gol del raddoppio però annullato.  A otto dalla fine Dybala segna il rigore del pareggio

Continua la crisi della Juventus che contro il Chievo Verona non va oltre un difficile pareggio casalingo. Finisce 1-1 allo Juventus Stadium dopo un match soffertissimo per i bianconeri che, andati subito in svantaggio, riescono a trovare il pari su rigore solo a otto minuti dalla fine. Turn over per Allegri che lascia a riposo Chiellini, Lichtsteiner e a sorpresa Pogba a vantaggio di Cáceres, Barzagli e Pereyra. Formazione confermata per il Chievo che schiera davanti l’affiatata coppia Paloschi-Meggiorini. L’inizio è da incubo per la Juventus che già dopo cinque minuti va in svantaggio, è Hetemaj a pescare il jolly con un destro dal limite su cui Buffon non può nulla.

LaPresse/Fabio Ferrari

LaPresse/Fabio Ferrari

Cala il gelo allo Juventus Stadium, Allegri cerca di scuotere i suoi ma Marchisio e compagni sembra non voler reagire. Hernanes, schierato anche lui dal primo minuto, prova a dare la sveglia con un sinistro da lontano su cui Bizzarri risponde presente. I brividi però non finisco per il portiere clivense che suda freddo quando Pereyra manda alto da posizione molto favorevole. Ci prova anche Dybala per ben due volte, ma la mira dell’argentino non è delle migliori. Il Chievo non si lascia intimidire e risponde colpo su colpo, spaventando la difesa juventina con delle ripartenze ben orchestrate. Il ritmo cala col passare dei minuti e il risultato non cambia fino alla fine del primo tempo quando le squadre rientrano negli spogliatoi tra i fischi assordanti del pubblico. Al ritorno in campo i campioni d’Italia si presentano con Pogba al posto di Marchisio, con il numero 10 juventino che entra subito in gara con un paio di accelerazioni che mettono in crisi Rigoni. Ma ad andare vicino al gol è ancora il Chievo con Cesar, ma la girata al volo del difensore veronese viene respinta da Buffon sul palo con una prodezza da fenomeno. Sul ribaltamento di fronte è la Juventus a sfiorare il gol con un flipper clamoroso in area veronese. Pereyra si libera dal suo avversario e calcia in porta, il palo respinge la sua conclusione sui piedi di Pogba che calcia a porta sguarnita ma Frey ci mette il piedone e salva i suoi da una marcatura ormai certa.

LaPresse/Fabio Ferrari

LaPresse/Fabio Ferrari

 Il gol lo trova il Chievo sempre con Cesar ma l’arbitro annulla per una trattenuta su Bonucci. Al ventesimo Allegri cambia ancora inserendo Cuadrado al posto di Sturaro e il colombiano è subito pericoloso con un’incursione in area stoppata da un immenso Frey. Cambia anche Maran coprendosi un pò, dentro Pinzi fuori un dinamico Meggiorini. A dieci minuti dalla fine ci prova ancora Hernanes con una punizione dal limite ma Bizzarri alza in angolo con un balzo felino. Passano due minuti e la Juve trova il pari. Cuadrado viene steso in area da Cesar, Guida assegna il calcio di rigore che Dybala non sbaglia. Il forcing finale dei bianconeri non dà frutti, finisce con un pari che lascia Allegri e i suoi ragazzi in una situazione disperata, e martedì c’è il confronto con il City, si salvi chi può.