Venerdi 9 Dicembre

Juventus, Allegri presenta la sua nuova app tra mercato, campionato e infortuni

Il tecnico juventino lancia una nuova applicazione, in collaborazione con la Samsung, per mettere a disposizione dei followers le sue strategie di allenamento. Non mancano le divagazioni sulla Juventus

Alla Juventus non esistono anni di transizione“. Ne è convinto Massimiliano Allegri che, a margine della presentazione della app a lui dedicata al Samsung District di Milano, ha ricordato come le grandi squadre non possano permettersi un simile ‘lusso’.
Fabio Ferrari/ LaPresse

Fabio Ferrari/
LaPresse

“Alla Juventus e nelle grandi squadre non c’è anno di transizione – ha detto il tecnico dei bianconeri – ho un gruppo di ottimo valore, è normale che quando ci sono dieci giocatori nuovi ci voglia un pochino più di tempo. Le assenze comunque non pesano, se ne parla solo perche’ non abbiamo fatto punti – ha aggiunto il mister dei campioni d’Italia – la stagione è iniziata bene con la vittoria della Supercoppa. Attraverso le difficoltà torneremo a fare le cose per bene. Ci vuole molta serenità e a me gli stati d’ansia non piacciono. Sono una persona lucida. Certo tornerà Marchisio, abbiamo i nuovi Lemina e Hernanes, ci siamo ricompattati come squadra e abbiamo solo Khedira fuori – ha continuato Allegri – ora bisogna pensare positivo e non vedo perchè non bisogna farlo. La Juventus ha tutte le potenzialità per fare grande stagione. Non è scontato vincere, le squadre si sono potenziate. Ora dobbiamo confermarci, bisogna rimettersi in discussione.

Daniele Badolato/Lapresse

Daniele Badolato/Lapresse

Questo ci porterà ottimi risultati“. Il tecnico livornese poi esalta la creatività, una componente essenziale per portare a casa alcuni match bloccati: “nel calcio la creatività non va limitata, penso che al giorno d’oggi ci siano molti polli da allevamento. E’ una cosa da cambiare e bisogna iniziare a farlo con i ragazzini. Io sono per l’esaltazione dell’individualità. Non bisogna togliere ai ragazzi l’ambizione, ma soprattutto la creatività e l’inventiva“. Poi l’allenatore ha spiegato l’obiettivo dietro la scelta di creare una applicazione sulla sua esperienza calcistica. “Ho voluto mettere a disposizione di tutti il mio metodo di lavoro. Un metodo che può essere utilizzato – ha aggiunto Allegri -, anche e soprattutto a livello giovanile. Credo che nel calcio attuale sia necessario ritrovare anche la semplicità, sviluppando però due aspetti: la nutrizione e la tecnologia. Anche la questione psicologica è fondamentale, la gestione delle risorse umane è importunate. E nell’app viene sviluppato proprio questo“.

mihajlovic Infine una considerazione su Milan e Inter, tornate in corsa per i posti che contano:  le milanesi hanno tutte le qualità per lottare per lo scudetto. Siamo solo all’inizio ma stanno dimostrando di avere fatto ottimo mercato. Possono lottare con noi e la Roma per il titolo“.