Domenica 4 Dicembre

Juve sei meravigliosa, ribaltato il Manchester City

LaPresse/Daniele Badolato

I campioni d’Italia tornano a fare la voce grossa in Champions, battendo 2-1 gli inglesi con i gol di Mandzukic e Morata

Grandissima, fantastica, sontuosa Juventus. La squadra di Allegri si ritrova nella serata più importante di questo inizio di stagione e sbanca il City of Manchester Stadium con due grandissimi gol di Mandzukic e Morata, ribaltando l’iniziale vantaggio avversario arrivato con l’autorete di Chiellini.

LaPresse/Daniele Badolato

LaPresse/Daniele Badolato

Una Juve affamata, famelica e coraggiosa che affronta col piglio della grande squadra un City fin qui perfetto in stagione. Allegri nasconde fino all’ultimo la formazione e decide di optare per un 4-3-3 spregiudicato con Cuadrado, Mandzukic e Morata davanti a Pogba, Hernanes e Sturaro. Pellegrini invece si affida ai soliti undici con la novità Bony al posto dell’infortunato Aguero, comunque in panchina. Parte fortissimo il City che va vicino al vantaggio già dopo due minuti ma Buffon fa il fenomeno su Sterling, deviando in angolo il suo diagonale. La Juventus non si fa intimidire ed inizia ad alzare il baricentro della propria manovra fino a trovare il vantaggio con Pogba ma l’arbitro ferma tutto per offside. Hernanes fa correre un brivido sulla schiena di Hart con una punizione velenosa che si spegne a lato mentre Bony grazia Buffon svirgolando la sfera da ottima posizione. Col passare dei minuti il ritmo cala, il primo tempo si spegne cosi senza altri sussulti fatta eccezione per un tiro di Fernandinho che sibila alla sinistra di Buffon. Nella ripresa le squadre tornano in campo con gli stessi effettivi del primo tempo, con il City che prende subito in mano il pallino del gioco.

LaPresse/Daniele Badolato

LaPresse/Daniele Badolato

La supremazia dei citizens si concretizza al decimo minuto, quando su calcio d’angolo arriva l’autorete di Chiellini che porta in vantaggio gli inglesi. Gol che sarebbe stato da annullare per un netto fallo di Kompany sullo stesso Chiellini. La Juve sbanda clamorosamente e Buffon deve fare gli straordinari per tenere in partita i suoi compagni. E’ bellissima la parata su Sterling già pronto ad esultare. Allegri cerca di dare una svolta ai suoi, sbracciando e urlando da bordo campo. I bianconeri si scuotono dal torpore e al 70′ minuto trovano il pari grazie e Mandzukic che trasforma in oro un traversone di Pogba. Pellegrini cambia subito e toglie Sterling per De Bruyne, subito bloccato da Chiellini alla sua prima giocata. Cambia anche il tecnico italiano costretto a togliere l’autore del gol, a causa dei crampi, e inserire Dybala per il suo esordio europeo. La Juventus continua a spingere con coraggio, intravedendo dei segni di cedimento nella retroguardia avversaria, e la scelta paga perchè la pressione dei bianconeri porta al raddoppio di Morata. Cuadrado serve fortunosamente lo spagnolo che di sinistro batte Hart e porta avanti i suoi. Pellegrini non può far altro che gettare nella mischia il convalescente Aguero per cercare di raddrizzare le sorti del match. Allegri risponde con Barzagli al posto di Morata, chiudendo tutti gli spazi davanti a Buffon.