Domenica 11 Dicembre

ItalDavis, Fognini mette le cose a posto: “punto fondamentale, era importante tornare 1-1”

Sconfitto senza problemi il giovane russo Rublev: “ho fatto una buona prestazione, adesso sotto con il doppio”

Sono contento perché ho giocato bene, anche se nel primo set, lo ripeto, mi sono complicato un po’ la vita non era facile contro un avversario potenzialmente molto forte“. Così Fabio Fognini commenta il suo successo sul russo Andrey Rublev che ha riportato l’Italia in parità nella prima giornata di Davis. “Non è mai semplice scendere in campo in Coppa Davis se sei sotto uno a zero. Sai che il tuo punto è fondamentale per restare in corsa. Sono un po’ stanco, ma è la tensione. Era un punto importante da vincere a tutti i costi e ci sono riuscito con una bella prestazione“.

LaPresse/Fabio Ferrari

LaPresse/Fabio Ferrari

Capitan Barazzutti analizza i due match: “Simone ha giocato un buon primo set cedendo al tie break poi è calato nel secondo set e si è ripreso nel terzo. Era successo anche ad Astana contro Kukushkin, ma questi sono match molto difficili, giocare in Davis in trasferta e nelle migliori condizioni per i tuoi avversari è complicato. E comunque Gabashvili ha giocato ad ottimi livelli, diamogli i giusti meriti“. Quindi su Fognini: “è sempre stato attento e concentrato, Rublev è giovane ma già molto competitivo. Intanto siamo uno a uno e ora ci aspetta il doppio. Punto fondamentale? Certo, ma lo sono anche i due singolari di domenica“. Le coppia annunciate durante il sorteggio sono Andreas Seppi e Paolo Lorenzi per l’Italia, Evgenij Donskoy e Konstantin Kravchuk per la Russia. I due capitani possono però cambiare formazione fino ad un ora prima dell’incontro: con ogni probabilità capitan Barazzutti schiererà Bolelli e Fognini. La chiusura di Barazzutti è sulle condizioni di Seppi in vista di domenica: “sta molto meglio“.