Venerdi 9 Dicembre

“Il Della Valle che non ti aspetti”: dall’America a Reggio Emilia per vincere a modo suo

LaPresse - Daniele Montigiani

Amedeo Della Valle è un cestista della squadra di basket di Reggio Emilia. Nominato MVP (most valuable player – miglior giocatore) della finale di SuperCoppa di basket Amedeo ha portato il suo team alla vittoria

Non c’è solo Firenze a gioire grazie a Della Valle. Qualche chilometro più in alto, a Reggio nell’Emilia, vive, segna e comanda il gioco della sua squadra, un altro tipo di Della Valle. Meno presidenziale ma pur sempre dirigente. Il suo nome è Amedeo. Il suo cognome Della Valle. Lui ha appena vinto il titolo di MVP (most valuable player – miglior giocatore) della finale di SuperCoppa di basket, vinta dalla sua squadra, l’ItalReggioEmilia. Trofeo in bacheca, titolo in saccoccia, Amedeo Della Valle, a 22 anni, si è preso la responsabilità di caricarsi la squadra sulle spalle e di portarla alla vittoria. Del resto, quando qualche tempo fa ha lasciato il college americano per venire a giocare in Italia, il suo sogno era proprio questo: diventare meno “cool” ma molto più vincente. Persa la finale con Sassari l’anno scorso, il buon Della Valle si è rimboccato la canotta e ha deciso di ripartire da quanto di buono aveva fatto fin lì. E, con spirito propositivo, si è messo alla guida del team di ReggioEmilia. I suoi compagni di adesso hanno nomi meno “made in USA”: De Nicolao, Gentile. Ma a Della Valle non importa, anzi. Parlando la stessa lingua ci si capisce più in fretta. E i risultati arrivano prima. Il che non è affatto male.