Sabato 10 Dicembre

F1, Jenson Button non si aspetta miracoli dalla sua McLaren

LaPresse/Reuters

Il pilota britannico, ex campione del mondo, è molto realista riguardo la sua vettura

Dopo due gare difficili a Spa e Monza, gli addetti ai lavori del circus della Formula 1 individuano nel circuito di Marina Bay di Singapore, un tracciato più favorevole alle caratteristiche della McLaren di Fernando Alonso e Jenson Button. Il pilota britannico però non si aspetta granché dalla prossima gara, per un’annata ormai storta e in cui le note liete sono state davvero poche.

Zumapress

Zumapress

“Non si può negare che sarà un duro lavoro e non ci aspettiamo miracoli, ma Singapore è un circuito fantastico, è una delle corse più lunghe della stagione in termini di tempo, e spesso in pista scende la Safety Car, quindi tutto può succedere. Speriamo di imparare molto su come la nostra vettura lavora in questa configurazione”. Parole senza grandi aspettative, del tutto comprensibili.

Più ottimista invece il direttore Boullier: “Non si può negare che Spa e Monza erano gare incredibilmente dure per la McLaren-Honda. Ce lo aspettavamo e non è stata una sorpresa quando è successo, ma questo non lo rende più facile da sopportare. Detto questo, stiamo entrando in una fase della stagione in cui i circuiti fanno meno affidamento sul potere puro e più sulle caratteristiche che tendono a soddisfare il nostro pacchetto migliore”. 

In ogni caso la McLaren lavora duro sullo sviluppo della vettura per il 2016.