Martedi 6 Dicembre

F1: Hamilton distrugge tutti, ha le mani sul Mondiale

LaPresse

Rosberg si ritira per problemi al motore, il britannico vince e si porta a 53 punti di vantaggio in classifica. Grandi le Ferrari, Vettel secondo e Raikkonen quinto dopo una straordinaria rimonta

Domina, distrugge, elimina tutti Lewis Hamilton che non lascia scampo agli avversari e conquista il Gran Premio di Monza, infilando la settima vittoria stagionale, la quarantesima in carriere.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Grande prestazione di Sebastian Vettel che conquista la seconda posizione, il miglior risultato possibile. Si spengono i semafori e Lewis Hamilton scatta a molla tenendo la prima posizione, Raikkonen si pianta sulla piazzola del secondo posto e viene sfilato da tutti gli avversari. Vettel così si prende la seconda posizione seguito dalle Williams di Bottas e Massa e dalla Mercedes di Rosberg. Al termine della prima tornata però il finlandese della Ferrari è già tredicesimo, dando il via ad una rimonta forsennata. Arrivano già subito i primi eliminati, Grosjean e Maldonado abbandonano la gara per problemi tecnici. Raikkonen continua nel suo show e al sesto giro è già decimo. Là davanti, invece, si congelano le posizioni. Hamilton scappa via mettendo tra sé e Vettel già 8 secondi dopo sedici tornate. Inizia la girandola dei pit  stop, Raikkonen risale fino al terzo posto, ma, fermandosi, torna decimo dietro Ericsson.

LaPresse

LaPresse

Davanti Rosberg riesce a liberarsi dalle Williams e si lancia all’inseguimento di Vettel, mentre il compagno di squadra del tedesco dà il via alla nuova rimonta, superando in serie Ericsson e Hulkenberg, lanciandosi alla caccia di Perez. Al giro 40 ancora posizioni congelate con il distacco che sale tra Hamilton e Vettel, e scende tra il ferrarista e Rosberg che si fa minaccioso negli specchietti. passano dieci giri e Raikkonen in staccata si prende la sesta posizione, infilando dopo il rettilineo Sergio Perez. A tre giri dalla fine incredibilmente la Mercedes comunica ai suoi piloti di accelerare per non precisati motivi. Dopo nemmeno una tornata ecco la sorpresa, si rompe il motore di Rosberg, Vettel tira un sospiro di sollievo, Massa conquista il podio e Hamilton forse il Mondiale. Finisce così senza altri sussulti, Hamilton vince e mette le mani sul titolo iridato.