Sabato 3 Dicembre

Europei Volley, Antonella Lo Bianco: “dobbiamo caricarci a vicenda”

LaPresse

Il risveglio delle azzurre del volley oggi non è stato dei migliori dopo la sconfitta di ieri contro l’Olanda, ma adesso si pensa solo alla partita di domani contro la Croazia

Giornata di riposo ai Campionati Europei femminili con la nazionale italiana che in mattinata ha lasciato Apeldoorn per trasferirsi a Rotterdam, dove domani (ore 17) affronterà nei play off la Croazia (diretta dalle ore 16.50 su RaiSport 1 HD).

valentina diouf e l'italvolleyPer le ragazze di Bonitta si tratta di un passaggio obbligato dopo il ko contro l’Olanda, che di fatto ne ha complicato il cammino Europeo, spedendola nella parte più dura del tabellone. Ad attendere nei quarti di finale la vincente tra le croate e le azzurre ci sono infatti le campionesse in carica della Russia.
Nonostante questo, nulla è compromesso per l’Italia che adesso non potrà più commettere errori, prestando la massima concentrazione alla sfida contro la Croazia che si preannuncia ricca di insidie.
Il gruppo guidato da Vercesi, reduce dal successo 3-0 sulla Russia, può infatti contare su diverse giocatrici di livello che militano o hanno militato nel nostro massimo campionato: Barun, Fabris, Usic e Poljak.

LaPresse

LaPresse

Più che pensare alle avversarie, però, Lo Bianco e compagne dovranno soprattutto ritrovare il proprio gioco e cercare di migliorare sia al servizio che in ricezione: due noti dolenti dell’ultima prova contro l’Olanda.
Alla vigilia dell’importante gara è il capitano Antonella Del Core ad analizzare il momento azzurro: “Dopo la partita di ieri il risveglio non è stato dei migliori, mandar giù una sconfitta così non è facile. Adesso, però, non abbiamo scelta e bisogna ripartire da quello che di positivo c’è stato nelle altre partite. Sappiamo che la Croazia è un avversaria di buon livello e dovremo affrontarla con la massima concentrazione sin dall’inizio.”
In queste ore sarà importante parlare tra di noi – prosegue la schiacciatrice campana –  per caricarci a vicenda e trovare la giusta forza. Domani sarà una di quelle gare in cui non puoi fare calcoli, ma devi dare tutto. E quando dico tutto, intendo prima di ogni cosa il cuore e la grinta. Si può anche faticare dal punto di vista tecnico e tattico, ma non si deve mai mollare. Questo è il nostro marchio di fabbrica e deve venir fuori ancora una volta, perché siamo un gruppo che ha tutte le qualità per fare bene. Magari la sconfitta contro l’Olanda ci porterà fortuna come capitato agli Stati Uniti durante il Mondiale. Persero 3-0 con noi e poi vinsero il titolo, speriamo di compiere la stessa impresa.
Nel pomeriggio l’Italia ha svolto una seduta in sala pesi, mentre domani mattina è in programma un allenamento al palazzetto di gioco “Ahoy Rotterdam” (capacità 10251 spettatori), impianto che ospiterà le semifinali e le finali dell’Europeo (3-4 ottobre).