Sabato 10 Dicembre

Ciclismo: domani la gara più importante dei Mondiali di Richmond, gli azzurri tra i favoriti

Gli azzurri pronti a far bene nella gara Elite uomini di domani ai Mondiali di ciclismo di Richmond

Un Mondiale selettivo, come si è visto ieri con gli under 23, che dà la possibilità nel finale di avvantaggiarsi per evitare lo sprint, a ranghi ridotti o compatti.

LaPresse/Fabio Ferrari

LaPresse/Fabio Ferrari

Domani, sul tracciato americano di Richmond, va in scena la gara più attesa della rassegna iridata 2015, quella riservata ai professionisti, vinta lo scorso anno a Ponfarrada dal polacco Michal Kwiatkowski, considerato dunque l’uomo da battere. Tra le incognite da considerare, anche quelle riguardanti le condizioni metereologiche: le previsioni non lasciano spazio a particolare ottimismo, visto che si attendono temporali sparsi sulla città della Virginia, con una percentuale superiore all’80% di precipitazioni. Qualora ciò accadesse, la prova sarebbe ancora più dura, con alcune nazionali, come ad esempio quella italiana o belga, che potrebbero ‘beneficiare’ di una corsa ad eliminazione diretta. Dopo gli argenti conquistati da Adriano Malori nella crono elite e da Consonni tra gli under 23, i 259,2 chilometri complessivi della gara iridata fanno gola a molti tra i campioni iscritti nella entry list. Tra questi ci sono sicuramente gli azzurri: con Sonny Colbrelli e Salvatore Puccio in panchina, il ct Davide Cassani puo’ contare su diverse soluzioni.

LaPresse/Fabio Ferrari

LaPresse/Fabio Ferrari

La freccia nell’arco tricolore e’ sicuramente Diego Ulissi, recente vincitore del Memorial Pantani e considerato il capitano ‘in pectore’ di una selezione che ha anche un fuoriclasse assoluto come Vincenzo Nibali, pronto a prendere in mano i compagni qualora servisse. Se poi si dovesse andare alla volata, ecco allora pronti Daniele Bennati, a segno ultimamente al Gp di Prato, ed Elia Viviani, oramai in pianta stabile tra i big del colpo di reni e non piu’ dolorante al ginocchio sinistro. Gli altri italiani in gara saranno Daniel Oss e Manuel Quinziato, che hanno gia’ trionfato con la Bmc nella cronometro per team, Fabio Felline, Giacomo Nizzolo e Matteo Trentin. Tutti corridori rodati, in grado di entrare nelle fughe, alzare il ritmo della corsa o ‘marcare’ gli altri protagonisti della domenica sulle due ruote. Oltre al campione uscente, Kwiatkowski, andranno a caccia della maglia iridata 2015 gli spagnoli Daniel Moreno, Joaquin Rodriguez e Alejandro Valverde, i colombiani Carlos Quintero e Rigoberto Uran Uran, i belgi Tom Boonen e Philippe Gilbert, gli olandesi Lars Boom e Tom Dumoulin, i francesi Nacer Bouhanni e Tony Gallopin, gli australiani Simon Clarke e Simon Gerrans, i tedeschi John Degenkolb e Andre Greipel, il norvegese Alexander Kristoff, il portoghese Rui Costa, il ceco Roman Kreuziger, lo svizzero Michael Albasini e lo slovacco Peter Sagan. Ma le sorprese, soprattutto sotto la pioggia battente, potrebbero essere all’ordine del giorno.