Venerdi 9 Dicembre

Caso De Gea, Real furioso con il Manchester United

LaPresse/PA

Otto ore per inviare le proprie relazioni, il Real Madrid si infuria con gli inglesi che dopo l’accordo delle 13.39 si fanno vivi solo in serata

Fuoco e fiamme del Real Madrid contro il Manchester United, accusato di aver provocato, con il proprio comportamento, il mancato passaggio di David De Gea alla corte di Rafa Benitez.

benitez Real Madrid Come riportato dai dirigenti blancos, i red devils hanno aperto la porta al corteggiamento dei madrileni solo ieri mattina, in prossimità della chiusura della finestra di mercato. Alle 13.39 le due dirigenze raggiungono l’accordo per uno scambio oneroso: Keylor Navas e 18 milioni di euro per David De Gea. Stretta di mano e tutto fatto, almeno a parole. Cominciano a trascorrere i minuti, serve lo scambio dei contratti via fax ma, il Manchester, temporeggia. L’euforia del Real Madrid per l’acquisto del portiere tanto desiderato piano piano si trasforma in impazienza. Florentino Perez permette addirittura a Keylor Navas di sostenere le visite mediche presso la cittadella sportiva di Valdebebas, centro tecnico del Real.

De Gea Ma niente, il Manchester continua a perdere tempo finché, alle 21.43, invia le proprie osservazioni, inserendo nel sistema informatico i dati dell’operazione solo a mezzanotte. Il Real riceve i contratti firmati alle 00.02, cerca di accedere al sistema informatico per procedere al tesseramento ma niente, il sistema è chiuso. Salta tutto, De Gea resta a Manchester e Keylor Navas a Madrid, ira madrilena sulla dirigenza inglese che, un giorno, dovrà spiegare il perchè di tutto quel tempo perso, che ha privato ad un giovane ragazzo spagnolo di coronare il sogno della sua vita.