Lunedi 5 Dicembre

Caschetto biondo e dieci sulle spalle: auguri Totti, carezza divina destinata all’eternità

LaPresse/Alfredo Falcone

39 candeline, 39 anni di emozioni, splendide illusioni, gol, carezze e magie. Buon compleanno Totti: Roma festeggia il suo fuoriclasse eterno

Totti. Cinque lettere che entrano nella storia. Di Roma? Sicuramente, ma non solo. Alone così grande da fare il giro del mondo, destinato a rimanere impresso in eterno. Quota 300 gol in Serie A raggiunta solo domenica scorsa e adesso la voglia di continuare a stupire che lo ha sempre caratterizzato.  Perché il Capitano oggi compie 39 anni, ma la prima immagine che in molti vorranno mantenere di lui sarà quella di quel ragazzino sfrontato dal caschetto biondo e dalle giocate da lasciare a bocca aperta. Abitudine che ha mantenuto sempre, senza mai svelare l’illusione. Un trucco che non ha mai annoiato il pubblico, ancora oggi deliziato da tanto splendore. Da Pupone a Imperatore, il giallorosso tatuato sulla pelle, Roma la sua casa, la sua famiglia: coccolato e amato alla follia, sentimenti e gioie ricambiati senza mai risparmiarsi.

Dici Roma dici Totti, e sì prego, scomodate pure tutti i paragoni, anche quelli più illustri: Francesco non teme confronti, perché Totti è la Roma. Semplice e un po’ banale, ma mai affermazione così veritiera. Con gli anni (e gli infortuni) ha cambiato ruolo e modo di giocare, ma ha sempre destato quel ‘oooh’ di meraviglia ad ogni sua carezza al pallone: che si trattasse di un cucchiaio o di una stoccata da paura. Una romanità che lo ha sempre contraddistinto e di cui Francesco è sempre andato fiero. Una città intera oggi si ferma per un breve tributo in onore del suo 39 compleanno. Augurio a cui, da amanti del calcio, non possiamo che unirci anche noi. Dieci sulle spalle, fascia al braccio e caschetto biondo che anche se col tempo non c’è più noi vogliamo continuare a intravedere. Perchè quello era solo l’inizio di una storia destinata a durare in eterno, carezza divina regalata alla Serie A. Ad maiora Francé, certi che il meglio deve ancora venire.