Venerdi 9 Dicembre

Calciomercato Shock: il Napoli non deposita in tempo il contratto, sfuma l’arrivo di Soriano

LaPresse/Valerio Andreani

Scatenata l’Inter che piazza tre colpi in entrata, arrivano Alex Telles, Felipe Melo e Ljajic. Parte in direzione Juventus Hernanes che arriva a Torino insieme a Lemina. Colpaccio a Manchester, lo United ingaggia Martial per 60 milioni

Dopo un’estate rovente piena di colpi di scena, trattative saltate e acquisti da mille e una notte, va in archivio il calciomercato più pazzo degli ultimi anni. Squadre rivoluzionate, vedi alla voce Inter, formazioni con una nuova spina dorsale, vedi Juventus, e team rimasti incompleti come il Milan di Galliani.

LaPresse/Alfredo Falcone

LaPresse/Alfredo Falcone

Emozioni e adrenalina fino all’ultimo secondo quando per Soriano al Napoli sembra tutto fatto invece non è così: contratto non depositato e giocatore che resta alla corte di Zenga insieme all’altro fenomeno blucerchiato Eder che rifiuta l’Inter. Gli azzurri si consolano con l’arrivo del francese Chalobah, ex Chelsea. Il presidente Ferrero, dopo aver trattenuto i suoi gioielli, rimpolpa l’attacco con Rodríguez del Cesena e intavola uno scambio con l’Hellas Verona: Wszolek agli scaligeri e Christodoulopoulos in Liguria. Grandi sorprese in casa Inter. Sfuma Eder ma arriva Ljajic dalla Roma, e non è tutto. Fassone e Ausilio sbloccano la trattativa con il Galatasaray per Felipe Melo e Alex Telles, due rinforzi chiesti insistentemente da Mancini. Per tre giocatori che arrivano, un profeta che parte, infatti Hernanes va alla Juventus che, dopo aver visto tramontare le ipotesi Goetze, Draxler e Witsel va sul brasiliano, ormai ex nerazzurro, per sistemare la trequarti.

LaPresse/Federico Bernini

LaPresse/Federico Bernini

A Torino arriva anche Lemina, roccioso centrocampista francese in arrivo dal Marsiglia. Non resta a guardare la Roma che incassa il si di Vainqueur e definisce le operazioni Palmieri dal Santos e Ponce dal Newells Old Boys. Dall’altra lato del Tevere si affaccia la sagoma di Alessandro Matri, ufficiale alla Lazio di Lotito in prestito dal Milan. Rossoneri che invece si fermano al palo, lasciando delusi tutti i propri tifosi. Solo partenze per la squadra di Mihajlovic che vede andare via Zaccardo in direzione Carpi, Mastour verso il Malaga e lo stesso Matri. Il colpaccio lo fa invece la Sampdoria che si assicura le prestazioni di Blaszczykowsky, esterno del Borussia che arriva per sostituire Joaquin tornato a casa, al Betis Siviglia. Saluta la compagnia anche Basanta, ceduto al Monterrey.

blas Molto attivo anche il Genoa di Preziosi che, nelle ultime 24 ore di mercato, piazza due colpi dall’estero, riportando in Italia Dzemaili dal Galatasaray e ingaggiando il terzino dello Zenit Ansaldi. Il Frosinone ufficializza l’arrivo di Castillo dal Bruges e di Gomis dal Torino mentre l’Udinese cede Neuton al Granada. Saluta il Friuli anche Pinzi che va al Chievo. Porte girevoli in casa Torino, per uno Stevanovic che parte direzione Partizan, un Prcic che arriva dal Rennes. Il Bologna chiude col botto ingaggiando Taider dall’Inter e Giaccherini dal Sunderland. Scatenato il Carpi che dà a Castori due innesti di esperienza come Zaccardo e Borriello. L’Atalanta cede Boakye al Roda e L’Empoli chiude per Livaja e Cosic. Chiude col botto anche il mercato estero, dove il colpo del giorno lo piazza il Manchester United che spende 60 milioni di euro per Martial, talento del Monaco. I rivali dei monegaschi, il Marsiglia di Michel, fa la spesa in Italia acquistando Isla e De Ceglie dalla Juventus.

martial All’Om arrivano anche l’ex Napoli e Inter Rolando e il talento Lamela, ex Roma. Infine due grandi acquisti anche in Germania, dove il Leverkusen ingaggia il Chicharito Hernandez e il Wolfsburg ufficializza l’arrivo di Draxler, ex obiettivo della Juventus.