Giovedi 8 Dicembre

Calcio, Gianluigi Buffon allontana il momento del ritiro

LaPresse/Daniele Badolato

Il portiere della Juventus Gianluigi Buffon allontana la sua “pensione”

Intervistato da “Marca”, Gianluigi Buffon ha parlato della sua Juventus e anche del suo ritiro, che lui non individua in un futuro così vicino: “C’è talmente tanta tensione e adrenalina che la paura sparisce quando entro in campo. Un minuto prima che inizi la gara sei nervoso e ti dici: ‘speriamo non tirino, che non concedano rigori’. Ma quando l’arbitro fischia entri in uno stato che dimentichi tutto questo. E’ meraviglioso. Il giorno che non sentirò più questa paura nel pre-partita mi ritirerò”.

Lapresse/EFE

Lapresse/EFE

Col prestigioso quotidiano spagnolo, Buffon ha avuto anche modo di parlare di un suo illustre collega, quell’Iker Casillas recentemente passato al Porto dopo una vita al Real Madrid: “Lo ammiro per la sua splendida carriera dove ha vinto tutto. Io non sono mai stato fischiato dai miei tifosi, sarebbe una mancanza di rispetto e di poca sportività. Possono esserci anni più o meno buoni, ma giocatori come Iker, che hanno fatto la storia di un club, non si dovrebbe mai fischiarli, nemmeno se facessero un autogol. E’ vergognoso”.

Ultimo pensiero per il compagno di squadra Morata: “Penso che sia potenzialmente uno dei prossimi 2-3 giocatori più forti del mondo, perché ha delle qualità incredibili alle quali abbina forza fisica, la voglia di sacrificarsi per la squadra e sa giocare in tutti i ruoli d’attacco”.

Non c’è che dire: lo spirito da guerriero è quello degli esordi.