Venerdi 9 Dicembre

Calcio, Erick Thohir guarda avanti e liquida Fassone: “la gente va e viene”

LaPresse/Spada

Il numero 1 nerazzurro Erick Thohir sbriga la pratica Fassone e pone nuovi obiettivi

Il patron nerazzurro è rimasto particolarmente infastidito dalla sconfitta subita contro la Fiorentina ma prova subito a voltare pagina: inizia salutando rapidamente Fassone e il suo operato, per poi passare a nuovi obiettivi e propositi.

“Ho sempre rispettato Marco Fassone, credo nei suoi sforzi, ma nel calcio e nel business le persone vanno e vengono. Ho scelto quello che era meglio per il club in questo momento” – queste le parole di Thohir che ha poi aggiunto – “Non è stato facile, ma dobbiamo essere sicuri che la squadra lavori insieme duramente ogni giorno. Non ci possiamo basare su un individuo. Abbiamo la nostra struttura. L’unico n.1 è Bolingbroke come Ceo. Stiamo valutando se inserire altre persone o far crescere quelle che ci sono”. 

thohirSe negli ultimi giorni era saltata fuori un’indiscrezione riguardo una spaventosa cifra di bilancio in passivo, Thohir cerca di gettare acqua sul fuoco parlando anche del Milan e della problematica San Siro: “Stiamo parlando di questo da un anno. È qualcosa di positivo per l’economia dell’Italia, di Milano. Noi concepiamo solo San Siro come la nostra casa, ecco perché vogliamo investire e siamo pronti. Nessun commento per quello che è successo al Milan, perché abbiamo semplicemente letto la notizia, il nostro management incontrerà il loro e allora capiremo cosa vogliono. Mister Bee? Non lo conosco, ma sarebbe bene conoscerlo, soprattutto se diventa il nuovo proprietario del Milan. L’Inter con un passivo di 90 milioni? Non capisco da dove sia uscita la cifra, non è corretta”.

Il presidente Thohir ha presenziato riunioni mattutine fra cui quelle con il management interista per chiudere alcune trattative commerciali, per poi salutare Milano dando appuntamento alla prossima visita.