Venerdi 9 Dicembre

Blanchard, il castiga Juve si confessa: “ero a Berlino a tifare per i bianconeri”

Daniele Bottallo

Una rete che ha regalato il primo punto in Serie A al Frosinone e messo in difficoltà la ‘sua’ Juventus: perché Blanchard è un super tifoso bianconero

Un gol sognato fin da bambino e adesso trasformatosi in realtà forse nel momento più inaspettato. Con il suo colpo di testa in pieno recupero, Leonardo Blanchard ha messo nei guai la ‘sua’ Juventus e regalato il primo punto in Serie A al Frosinone. “Finalmente dopo tre grandi prestazioni senza fare risultato, siamo riusciti a portare a casa un punto importantissimo. La Juventus – spiega Blanchard a Sky Sport nel post partita – ci ha schiacciato per tutti i 90 minuti, ma noi siamo stati bravi a non mollare e alla fine siamo a riusciti a segnare, è stata una liberazione per tutti. Il gol? Per me che sono juventino è un’emozione particolare. Soltanto due mesi fa ero in curva a Berlino a tifare per i colori bianconeri, adesso invece ho coronato un sogno che inseguo fin da quando ero bambino”.