Mercoledi 7 Dicembre

Benitez non glissa e risponde a Gerrard

LaPresse/EFE

L’ex bandiera del Liverpool lo aveva apostrofato nella sua autobiografia come “stupido”

Hanno vinto tanto insieme, portato a casa il trofeo più importante, fatto sognare i tifosi dei Reds eppure, non si sopportavano. O perlomeno, questo è quello che ha scritto nella sua autobiografia Steven Gerrard, idolo indiscusso del Merseyside, perchè Rafa Benitez, bersaglio mobile di Gerrard, risponde a tono annullando il problema: per lui nessuna rivalità e soprattutto, nessuna antipatia da parte sua. Senza però rinunciare a una bella stoccata finale al rivale.

LaPresse/PA

LaPresse/PA

“Ho letto e credo si sbagli. Per il rispetto e la stima che ho per Stevie, per il Liverpool e per i suoi tifosi, penso che la cosa migliore da fare sia sorvolare su queste affermazioni. Ha pubblicato un libro (“My Story” ndr), io sono ora l’allenatore del Real Madrid e questo fa vendere”: poche parole, dirette e che in apparenza sembrano smorzare i toni, eccetto per quella freddura finale in cui si esalta il proprio (allenare il Real Madrid) e si relativizza l’altrui (pubblicare un libro).

Abile tentativo dell’allenatore spagnolo, ma fra i due, è evidente, non corre, oggi come allora, buon sangue.