Sabato 10 Dicembre

Basket, NBA Global Games, Evan Turner: “non vedo l’ora di andare in Italia”

Lapresse / ZUMAPRESS

Emozionato e felice di arrivare in Europa, in particolar modo in Italia la guardia dei Celtrics Evan Turner in occasione dell’appuntamento italiano con gli NBA Global Games

A poco piu’ di un mese dall’appuntamento italiano con gli NBA Global Games e con la sfida tra Olimpia Milano e Boston Celtics, in programma martedì 6 ottobre al Mediolanum Forum di Milano, la guardia dei Celtics Evan Turner commenta così l’esperienza che si appresta a vivere: “Sono emozionato di andare in Italia. L’Europa e’ fantastica e non vedo l’ora di vedere posti storici e bellissimi, oltre che di poter provare una cucina famosa in tutto il mondo“. Due partite, quella di Milano e quella di Madrid dell’8 ottobre, che, secondo il 26enne originario di Chicago, non sono da sottovalutare: “Non siamo una squadra di veterani, quindi non possiamo permetterci di prendere sotto gamba l’impegno e di scendere in campo rilassati. Stiamo cercando di migliorare ogni giorno e sfidare squadre del calibro di Milano e Real Madrid ci fara’ bene. Competere contro di loro e’ fondamentale in fase di preparazione, vogliamo partire con il piede giusto e mantenere i nostri standard elevati, facendo le cose nella giusta maniera“.

danilo gallinariQuesti due appuntamenti saranno anche l’occasione per testare le differenze tra basket americano e quello europeo, sia dentro che fuori dal campo: “Ovviamente le regole sono leggermente diverse – afferma Turner – Noi americani giochiamo in maniera un po’ differente, ma gli europei sono tosti e sanno il fatto loro. Ho sentito spesso parlare del tifo durante le partite di basket europee, non vedo l’ora di provarlo in prima persona.” Non manca nemmeno un giudizio su alcuni dei giocatori italiani che militano nella NBA: “Danilo Gallinari e’ molto bravo e completo, Marco Belinelli e’ un realizzatore incredibile. Giocano duro. A loro non importa chi hanno di fronte, sanno come competere, e sono molto sicuri dei propri mezzi“.