Martedi 6 Dicembre

Andy Murray salta le Atp World Tour Finals? Rischia una sanzione

LaPresse

Secondo alcune voci Andy Murray potrebbe saltare le Atp World Tour Finals per dedicarsi alla Coppa Davis, ma questo potrebbe creargli dei seri problemi

Andy Murray potrebbe subire delle sanzioni se porterà avanti il suo piano per eventualmente saltare le Atp World Tour Finals di Londra. L’idea è stata avanzata dallo scozzese sulla scia del successo della Gran Bretagna nella semifinale di Coppa Davis, durante il fine settimana, contro l’Australia, che ha portato i britannici alla finale che si giocherà dal 27 al 29 novembre in Belgio.

LaPresse/PA

LaPresse/PA

Murray, che ha guidato la Gran Bretagna per la sua prima finale dal 1978, si preoccupa che giocare il Masters Atp sui campi duri di Londra non gli darà il tempo sufficiente per adattarsi alla terra, quella che sarà la probabile superficie della finale di Coppa Davis. Murray ha detto alla Bbc che se la Davis si giocherà sulla terra battuta, potrebbe prendere in considerazione la possibilità di non giocare a Londra, visto che serve tempo per adattarsi ad un cambio di superficie e superare il mal di schiena. Il 28enne numero tre del mondo potrebbe però rimanere impigliato nella schermaglia decennale tra l’Atp e l’International Tennis Federation (Itf). Lo scozzese, che ha accusato problemi alla schiena nel weekend vittorioso contro l’Australia a Glasgow, ha tagliato di nuovo il suo programma in autunno e giocherà solo una volta in Asia, al Masters di Shanghai, torneo obbligatorio del prossimo mese.

LaPresse/PA

LaPresse/PA

Nel caso in cui Murray dovesse saltare Londra, incrinerebbe i “buoni rapporti” con l’Atp. Chris Kermode, boss dell’Atp ha detto chiaramente che “è un evento obbligatorio dell’Atp World Tour. Tutti i giocatori che si qualificano, a meno che non siano infortunati, sono tenuti a partecipare alla manifestazione“. “Andy Murray ha avuto una stagione fantastica e si è guadagnato il suo posto tra i migliori otto giocatori al mondo per competere nel torneo finale della stagione. Siamo consapevoli dei commenti fatti dopo la Coppa Davis a Glasgow, ma le nostre aspettative sono che, se in piena forma, Andy parteciperà al torneo di quest’anno. Se non ci sarà un ritiro ufficiale è tenuto a competere a Londra“, ha aggiunto Kermode.