Martedi 6 Dicembre

Amarezza Joaquin: “Alla Fiorentina hanno capito tardi chi ero. E su Montella…”

LaPresse/Alfredo Falcone

Il saluto all’Italia per far ritorno in Spagna al Betis, ma Joaquin non rinuncia ad una frecciata verso la Fiorentina: “Montella non puntava su di me”

Un addio alla Fiorentina fortemente voluto per far ritorno al Betis, ma dalle parole di Joaquin emerge tanta amarezza per la sua esperienza in maglia viola. A confermo è l’estero offensivo spagnolo che ha parlato così al Decano Deportivo: “A Firenze non ho avuto una presentazione allo stadio, e questa è una cosa che mi dispiace perché si sono resi conto del calciatore che ero soltanto alla fine. Il primo anno giocavo una partita si e due no. Montella non puntava su di me e io non stavo bene. Il secondo anno iniziò malissimo perché non puntava assolutamente su di me e per due mesi mi allenai da solo. Mi dispiace non essermi goduto per intero le due stagioni a Firenze, ma alla fine ero contento e i tifosi mi volevano bene”.

Infine, una battuta sulle vicende di mercato che lo hanno visto protagonista nel corso dell’estate: “Il ritorno al Betis? Anche il Watford mi aveva fatto un’offerta. Il denaro è importante, ma il cuore voleva altro e io non potevo andare contro. Ho sempre avuto l’idea di tornare, poi parlando con mia moglie è diventata sempre più forte”.