Martedi 6 Dicembre

482 giorni dopo ecco di nuovo la luce, bentornato Pepito Rossi, eroe di Firenze

Paulo Sousa ha deciso di schierare l’italo-americano dal primo minuto nella sfida di oggi contro il Genoa. Rossi non partiva titolare da 482 giorni

Giuseppe Rossi può tornare a sorridere, 482 giorni dopo. Questo è il tempo passato dall’ultima partita ufficiale giocata da titolare dall’attaccante viola.

LaPresse/Daniele Montigiani

LaPresse/Daniele Montigiani

Era il 18 maggio 2014, la Fiorentina pareggiò 2-2 con il Torino e la punta italo-americana rincorreva il sogno dei Mondiali in Brasile, un sogno che dopo la pre-convocazione a Coverciano svanì. Ma quando il peggio sembrava passato, ecco riemergere i soliti problemi al ginocchio destro, che lo hanno costretto ad una nuova operazione e a saltare tutta la passata stagione. Ora, però, è arrivato il momento di riprendersi e di trascinare la Fiorentina il più in alto possibile. Nella sfida di oggi pomeriggio contro il Genoa, il tecnico dei viola Paulo Sousa è pronto a schierarlo da titolare, come confermato ieri in conferenza stampa: “l’ ho già detto a lui e per questo lo dico anche a voi – ha dichiarato il portoghese – Giuseppe partirà dall’inizio. Sappiamo che non gioca da moltissimo tempo, ma sta avendo continuità nel lavoro. Coloro che verranno allo stadio vedranno Rossi giocare dal primo minuto”.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Non sarà sicuramente al 100%, ma anche un pepito Rossi a mezzo servizio può fare la differenza. Inoltre l’attaccante viola deve confermare una statistica riportata da ‘Opta’, secondo cui Pepito è il miglior bomber della Serie A da gennaio 2013 a settembre 2015 in rapporto ai minuti giocati (1 goal ogni 98 minuti e 13 secondi).