Domenica 11 Dicembre

Un fulmine a San Antonio, Phelps è tornato

Grandissimo tempo dello squalo di Baltimora ai campionati statunitensi di San Antonio. Col crono fatto segnare in patria, Phelps avrebbe conquistato l’oro a Kazan

Lo Squalo è di nuovo in acqua e torna a fare paura! Mentre a Kazan sono in corso i Mondiali, lo Michael Phelps – escluso dalla sua Federazione dalla rassegna iridata dopo l’arresto per guida in stato di ebbrezza dello scorso settembre – e’ impegnato a San Antonio nei campionati statunitensi. E la sua prestazione nei 200 farfalla fa rumore: 1’52″94, primato mondiale stagionale e non molto lontano da quello assoluto (1’51″51) fissato dallo stesso Phelps ai Mondiali di Roma 2009.
REUTERS/Jorge Silva

REUTERS/Jorge Silva

Col crono che lo ha visto dominare la prova in Texas, il 30enne plurimedagliato olimpico avrebbe vinto di 54 centesimi l’oro iridato in Russia (andato a Laszlo Cseh in 1’53″48) ma sarebbe stato anche sufficiente per imporsi nella finale olimpica di Londra 2012 di 2 centesimi (vinti da Chad le Clos davanti allo stesso Phelps in 1’52″96). Quella di San Antonio e’ di sicuro la miglior performance del fuoriclasse statunitense da quando, nell’aprile 2014, ha deciso di mettere fine al ritiro deciso dopo i Giochi londinesi. “La prossima stagione si annuncia molto divertente – gongola Phelps – E’ bello sentire dire che sono tornato, penso che sto andando nella direzione giusta”.