Mercoledi 7 Dicembre

Un codice militare per Mario Balotelli

LaPresse/Spada

Galliani e Mihajlovic sono d’accordo: per Mario regole su regole da rispettare

Mario Balotelli al Milan dovrà rigare dritto, con regole da rispettare e le famose “balotellate”, sempre dietro l’angolo, assolutamente da evitare. Un’operazione surreale quella condotta velocemente dal Milan, liberatosi in fretta e furia un anno fa del “peso” Balotelli e ora a braccia aperte per il suo figliol prodigo. Ma con dei paletti ben definiti e da non superare: addio creste colorate, addio sfoghi social, addio freccette lanciate dalla propria finestra ai più giovani, per lui in rossonero un vero e proprio codice comportamentale.

LaPresse/Federico Ferramola

LaPresse/Federico Ferramola

Così nel contratto è stato inserito un codice comportamentale extra ad hoc per lui (oltre quello “normale” in vigore per tutti i tesserati del Milan): Galliani si è ispirato a quello dell’aeronautica militare, con un pò di tutto e un’attenzione particolare al look, alla salute e all’universo social. Niente creste colorate o abiti stravaganti lontani anni luce dallo stile Milan, una vita sana senza sigarette, alcool e orari improponibili infarciti di discoteche e night club e il divieto di diffondere via social (Instagram, Twitter e Facebook) notizie o stati d’animo che possano ledere l’immagine del club. Per uno molto attivo nell’universo virtuale come lui, c’è solo da scommettere su quando verranno infranti questi divieti.

Ultima occasione per la carriera di Balotelli, almeno per una carriera in cui parli soprattutto il campo e non l’off court.